Pony-pizza ecologici, a Udine la pizza viaggia sui motorini elettrici

L'idea è del titolare di una pizzeria al trancio di viale Volontari della Libertà, che si sta dotando di una flotta di scooter ecologici

Quando la fame chiama, il pizzaiolo risponde. Ormai sono anni che li vediamo sfrecciare per le vie dalla città lasciandosi alle spalle l'incofondibile profumo della pizza. Sfilano in mezzo al traffico, infilandosi tra le macchine per portare a termine la loro sacra missione: consegnare agli affamati il loro ordine. Sono i pony-pizza, i fattorini che svolgono il servizio di consegna a domicilio a bordo degli scooter messi a disposizione degli esercenti. Proprio uno di questi ultimi ha deciso da pochissimo di sperimentare motorini elettrici, non solo per risparmiare ma anche - e soprattutto - per smettere di inquinare.

La scelta

Lui è Gerardo Buonocore che insieme al fratello Antonio, mancato nel 2010, ha aperto l'Europizza di viale Volontari della Libertà dal 2007 che ora gestisce insieme alla compagna Alessia. Da sempre attento al km 0 e alla bontà delle loro materie prime, da qualche giorno ha deciso di essere ancor di più coerente con la missione di pensare sempre e comunque prima di tutto alla qualità delle loro scelte: per questo ha deciso di cambiare la flotta dei motorini, cambiandoli in scooter elettrici a zero impatto ambientale. «Ci pensavo da anni, ma non riuscivo a trovare i mezzi adatti a coprire il chilometraggio richiesto, essendo i motorini sul mercato dotati di batterie troppo poco potenti. Finalmente - ci racconta Gerardo - sono riuscito a trovare un concessionario di Gemona che ci sta facendo provare uno scooter all'altezza delle nostre aspettative, e così a breve tutti e sei i nostri mezzi saranno totalmente elettrici».

La pizzeria attenta all'ambiente

Da quando è giunto a Udine, giunto da Agerola in provincia di Napoli nel 2001, Buonocore ha sempre cercato di differenziarsi per le scelte di grande qualità. Ultima conferma è la decisione di avere solo mezzi non inquinanti. «Farina non raffinata e macinata a pietra, mozzarella fiordilatte di una latteria di Sorrento nata nel 1800, solo bufala Dop e a breve un forno elettrico di altissima qualità con zero emissioni e che cucina come fosse a legna, ma senza inquinare, insomma, abbiamo sempre cercato di unire la tradizione della vera pizza napoletana all'innovazione, perché la qualità vada di pari passo con il rispetto dell'ambiente». Da qui la scelta di dotarsi di motorini elettrici. «Ogni mezzo fa almeno 60 km al giorno e così abbiamo pensato che dovevamo dare il nostro contributo per ridurre l'inquinamento. Gli scooter che stiamo provando, oltre a farci risparmiare non fanno rumore e hanno zero emissioni... chi ordina le nostre pizze e i nostri prodotti a domicilio sa che verrano consegnati a casa senza inquinare!».

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Gianpiero, l'operazione è conclusa e riuscita

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

  • Incidente mortale in Slovenia, la vittima è un 48enne di Palmanova

  • Violento temporale si abbatte sulla Bassa Friulana, maltempo in arrivo anche a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento