Guerriglia allo stadio, napoletani caricano la polizia armati di spranghe e bastoni

Attimi di tensione all'esterno dell'impianto di gioco dei Rizzi, a pochi minuti dall'inizio di Udinese-Napoli. Negli scontri tre persone sono rimaste ferite

Una fase degli scontri © ANSA/ALBERTO LANCIA

Guerriglia urbana verso le 14.10 di oggi all'esterno dello stadio Friuli, per la partita tra Udinese e Napoli. A circa un'ora dal match si sono verificati scontri tra ultras azzurri e polizia. Un vero e proprio tentativo di assalto da parte di un centinaio di hooligan napoletani - incappucciati e armati di catene, spranghe e mazze - che hanno provato a raggiungere i tifosi friulani presenti nella zona della Curva Nord, che a loro volta hanno tentato di arrivare faccia a faccia coi partenopei. Le due tifoserie sarebbero entrare in contatto dietro la tribuna, venendo divise da un cordone di polizia e carabinieri in tenuta antisommossa, che sono stati caricati e attaccati dal lancio di fumogeni e oggetti. Fortunatamente nella zona in quel momento non erano presenti molti fan bianconeri

Un arresto e due denunce per i tifosi del Napoli

I feriti

Negli scontri tre persone sono rimaste ferite, fortunatamente non in maniera grave. Si tratta di tre agenti del reparto del Reparto Mobile di Padova e un tifoso. Tutti sono stati colpiti da oggetti contundenti lanciati da lontano. I poliziotti sono stati condotti al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia, mentre il supporter si è fatto medicare all'esterno dello stadio per seguire la partita. Tre sono anche le persone che sono state fermate.

Le cautele

Erano 4000 mila i supporter napoletani previsti oggi sugli spalti dello Stadio Friuli per il match, partita da sempre di cartello; più dal punto di vista della sicurezza che per la classifica. Alta, come al solito, l'attenzione da parte del questore Cracovia nella preparazione e nel dispiegamento degli agenti (anche in borghese) all'esterno dell'impianto dei Rizzi per una partita che anche in passato ha presentato momenti di tensione e pericolo, e che anche in questo caso ha confermato - purtroppo - le aspettative.

Traffico in tilt

Non sono mancati i disagi al traffico, con la viabilità rimasta congestionata a causa della presenza dei furgoncini e degli uomini delle forze dell'ordine che hanno sbarrato l'accesso ad alcune strade.

Le prime avvisaglie

Poco prima di mezzogiorno tre furgoni di tifosi napoletani erano stati fermati in tangenziale all'uscita di Santa Caterina. Il blocco aveva creato intasamenti al traffico, mentre altri tifosi si erano invece ammassati al distributore Eni presente poco più avanti. I testimoni hanno detto che tutti i "tifosi" presenti erano vestiti di scuro, con i baveri delle giacche alzati e le teste incappucciate.

Il video

Le immagini tratte da www.alanews.it e riprese dal sito www.calcionapoli24.it mostrano il momento in cui i tifosi ospiti, in massa, tentano di avvicinarsi ai tifosi friulani, venendo poi bloccati dalle forze dell'ordine all'altezza della tribuna.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

Torna su
UdineToday è in caricamento