Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

È di Mattia Bon la salma rinvenuta a Noventa di Piave. Lo confermano le analisi effettuate sul corpo

Mattia Bon

È di Mattia Bon, 45enne di Spinea (Venezia), il corpo trovato lo scorso 30 novembre scorso nella golena sul Piave, in via Romanziol, a Noventa. Lo aveva avvistato un cacciatore di passaggio, dopodiché erano intervenuti i carabinieri. La salma non era più riconoscibile e ci è voluto un mese e mezzo per identificarla. L'operazione è riuscita grazie all'analisi dei vestiti e della conformazione del corpo, all'incrocio delle denunce di scomparsa e al riscontro biologico svolto sul dna. Ora non ci sono più dubbi sull'identità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Morto nel Piave

Bon era scomparso l'11 settembre 2019. Si trovava in una casa di villeggiatura a Sappada ed era uscito per un'escusione, dirigendosi verso il rifugio “F.lli De Gasperi” di Prato Carnico. I familiari, non avendo più sue notizie, avevano lanciato l'allarme. A seguito delle ricerche, vennero trovati elementi che avevano fatto supporre che l'uomo volesse proseguire verso il passo dell’Arco e il passo Siera. In qualche modo, invece, era finito in acqua e il suo corpo è stato trascinato dalla corrente per molti chilometri. La consulenza tecnica ha stabilito che Bon è morto per annegamento. La salma è stata affidata ai familiari su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

Torna su
UdineToday è in caricamento