Stagione invernale in Friuli: 634 gli interventi di soccorso della Polizia

La Polizia di Stato il 25 aprile ha terminato l’attività del Servizio di sicurezza e soccorso in montagna. Il bilancio dell’attività svolta nei tre poli sciistici: 31 le sanzioni elevate, 9 le persone denunciate

Lo scorso 25 aprile a Sella Nevea sono ultimate le ultime attività di controllo, sicurezza e soccorso operate dalla Polizia di Stato nei tre poli sciistici principali del Friuli. Quattro erano gli operatori che hanno pattugliato le piste da sci presenti sul Monte Zoncolan, altri quattro erano in servizio a Tarvisio, tre a Sella Nevea. L'attività, coordinata dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Tolmezzo e svolto in perfetta intesa con Promotur e il servizio sanitario del 118, ha svolto in totale 634 interventi di soccorso, 31 sanzioni e 9 denunce. Il bilancio, come facile prevedere, ha sottolineato come le cause principali alla base degli incidenti sciistici sono da imputare principalmente all’imperizia, alle attrezzature non adeguate, all’imprudenza o ad una preparazione fisica insufficiente. "Le piste anche perchè sempre più frequentate - spiega il vice Questore aggiunto Alessandro Miconi -, sono un ambiente sportivo che seppur molto bello e divertente possono diventare pericolose se non si adottano le principali regole di sicurezza e di buon senso. Bisogna sempre prevedere le conseguenze delle proprie manovre, rispettare gli altri e mantenere un comportamento prudente. A questo riguardo la presenza costante del personale specializzato della Polizia di Stato ha contribuito a rendere la pratica dello sci più sicura, fornendo un servizio di polizia di prossimità e controllo del territorio fondamentale in questo contesto".

Il bilancio

Ravascletto - Monte Zoncolan

  • Interventi di soccorso: n. 207
  • Sanzioni amministrative relative alla violazione della l. n. 363/2003 e l. r. n. 27/2006:  n. 10, per uso della motoslitta in area sciabile, per risalita a piedi su area sciabile e per velocità pericolosa
  • Persone denunciate all’autorità giudiziaria: n. 2 per violazione di ordini impartiti dall’autorità e per rifiuto di declinare le proprie generalità
  • N. 16 oggetti rinvenuti e riconsegnati ai proprietari
  • Evento critico più rilevante: In data 30.01.2018, alle ore 11.30 circa, sulla pista N 1,  una donna di 57 anni  si era gravemente infortunata con una ferita da taglio molto profonda ed estesa la cui rapidità di intervento dei poliziotti, nonchè l’esperta conoscenza delle tecniche di imbarco in hoovening con verricello dall’elicottero in condizioni atmosferiche particolarmente avverse caratterizzate da fitta nebbia e l’approfondita conoscenza delle tecniche di primo soccorso hanno permesso un intervento celere ed efficace, salvando la vita dell’infortunata.

Tarvisio

  • Interventi di soccorso: n. 323
  • Sanzioni amministrative relative alla violazione della l. n. 363/2003 e l. r. n. 27/2006: n. 10, per inosservanza della segnaletica, per stazionamento su area sciabile e per velocità pericolosa
  • Persone denunciate all’autorità giudiziaria: n. 7 per sostituzione di persona; per resistenza a pubblico ufficiale; per possesso ingiustificato di chiavi alterate e arnesi da scasso e per violazione di domicilio
  • N. 41 oggetti rinvenuti e riconsegnati ai proprietari
  • Un intervento per valanga
  • Evento critico più rilevante: In data 29.01.2018 durante il pattugliamento con gli sci della pista “Di Prampero”, i poliziotti si accorgevano che sul “secondo muro della Cappia” uno sciatore si accasciava a terra in modo anomalo. Subito raggiunto, si poteva appurare che trattava di una persona di 69 anni privo di conoscenza e con respiro affannoso. Per cui i poliziotti hanno iniziato le manovre di rianimazione allertando il capo pattuglia che poco dopo giungeva con il defibrillatore. Dopo un breve periodo la persona soccorsa riprendeva conoscenza, per cui veniva trasportata in sicurezza in corrispondenza della stazione intermedia della telecabina “Monte Lussari” dove di seguito giungevano i sanitari, i quali constatavano che il soggetto aveva in corso un episodio di fibrillazione atriale, perciò veniva trasportato a valle e trasferito presso l’ospedale civile di Villach. Intervento la cui rapidità, competenza e coordinamento hanno permesso di poter salvare la vita della persona colta da malore.

Sella Nevea

  • Interventi di soccorso: n. 104
  • Sanzioni amministrative relative alla violazione della l. n. 363/2003 e l. r. n. 27/2006: n. 11, per aver sciato con la pista chiusa e per inosservanza della segnaletica
  • Nessuna persona è stata denunciata all’autorità giudiziaria
  • N. 20 oggetti rinvenuti e riconsegnati ai proprietari
  • Evento critico più rilevante: In data 10 marzo 2018 alle ore 16,00 circa un gruppo di 4 ragazzi della Repubblica Ceca che a causa della fitta nebbia in zona “Prevala” si erano smarriti e poi precipitati da un’altezza di una decina di metri a valle. E’ stato grazie alla professionalità della pattuglia specializzata della Polizia di Stato intervenuta che i ragazzi sono stati individuati in brevissimo tempo e soccorsi con estrema competenza in modo tale da ridurre le conseguenze dei politraumi subiti.

Stagione invernale: 634 gli interventi di soccorso operati dalla Polizia-2

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Piante grasse: perché tenerle in casa?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Un flop dietro l'altro, gli eventi per l'Europeo Under 21 sono costati 90mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento