«Mestroni picchiatore fascista», rovinato il murales dell'artista

È durato meno di un mese il rispetto per il lavoro di Simone Mestroni al Peep Est

Il murales di Simone Mestroni

«Mestroni picchiatore fascista». Da "Città della poesia" a città dell'insulto. È questo che almeno appare vedendo le condizioni in cui anonimi hanno ridotto il murales che Simone Mestroni – creatore del progetto "Città della poesia" – ha dipinto in viale Forze Armate, nel quartiere del Peep Est, di fatto casa sua. L'opera – realizzata su una cabina di E-distribuzione –, una delle tante disseminate in giro per la città, era stata inaugurata lo scorso 25 ottobre, alla presenza degli assessori Alessandro Ciani e Daniela Perissutti. Chi ha messo in opera il danno – la scritta offensiva sulla parte frontale e delle macchie di colore bianco lanciato con dei palloncini gonfiabili sul lato – non perdona a Mestroni i trascorsi da militante politico. Un passato dal quale, secondo chi giudica senza avere ruoli o competenze, pare non esserci nessun modo per affrancarsi.

mestroni-4

Il sindaco Fontanini


“Mi auguro che il vigliacco che ha deturpato l’opera di Simone Mestroni recentemente inaugurata nel quartiere Aurora sia identificato al più presto e costretto a pagare per quanto fatto”. Lo dichiara il sindaco di Udine Pietro Fontanini alla notizia del gesto vandalico.A preoccupare, oltre alla violenza del gesto in sé, è la convinzione di alcuni di potersi ergere a giudici della moralità altrui e la loro incapacità di capire che così non si colpisce solo il singolo ma un intero quartiere che cerca e sta finalmente trovando un riscatto dalla propria condizione periferica”. “Simone sappia che troverà sempre in me e nell’Amministrazione che rappresento una sponda e un sostegno nello svolgimento della sua opera di abbellimento del centro cittadino e di riqualificazione dei quartieri”, conclude il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento