Sceglie la strada sbagliata e si perde, ritrovato dopo la notte il turista scomparso

Sano e salvo il 58enne tedesco che da ieri non dava notizie dopo un'escursione in Val Venzonassa

Si è conclusa nel migliore dei modi la ricerca del ciclista tedesco di Oldenburg disperso da ieri pomeriggio in Val Venzonassa, nel territorio del comune di Venzone. L'uomo è stato ritrovato incolume questa mattina alle 8.40 delle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico e della Guardia di Finanza, a cui si sono aggiunti alle prime luci altri soccorritori dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale Regionale e tre unità cinofile per un totale di più di quaranta persone. 

La vicenda

L'uomo, classe 1960, era partito ieri mattina per l'anello della Val Venzonassa, attraverso il quale si svolge anche una gara di mountain bike ma, come ha raccontato ai soccorritori, una volta compiuto l'anello e giunto a Borgo Scugjelârs, si è affacciato sul canale ghiaioso nel quale l'itinerario prosegue e ha creduto che quella non fosse la giusta direzione non essendo un tratto facilmente percorribile con la bicicletta. Ha deciso così di tornare al borgo e con l'aiuto della cartina, che aveva con sé, ha preso il sentiero Cai 718 (che poi diventa sentiero Cai 704) che scende in Val Venzonassa e consente di risalire a Borgo Costa, con l'idea di riprendere la strada ad anello. Si è dunque caricato la bici in spalla per un tratto ma all'imbrunire ha sbagliato direzione, proseguendo, lungo il corso del Rio Venzonassa verso Est invece che verso Ovest, come avrebbe dovuto.

La notte

Ha dunque pernottato all'addiaccio e la mattina dopo ha abbandonato la bicicletta per mettersi in cammino senza peso. Le squadre di soccorso avevano perlustrato ieri sera un tratto dell'anello, che comunque è un itinerario che in totale presenta circa trenta chilometri di percorso, e questa mattina hanno ripreso le ricerche posizionando anche strategicamente due squadre proprio nella direzione verso la quale si stava poi muovendo l'escursionista, immaginando che avesse potuto compiere la scelta fatta. Il ragionamento è stato corretto, perché i tecnici hanno appunto incontrato l'uomo che stava andando nella loro direzione. Ricondotto dai tecnici a Venzone l'uomo ha potuto riabbracciare la moglie e la figlia. Sul posto c'era anche una autoambulanza della Sores per la valutazione delle sue condizioni di salute.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lignano come non l'avete mai vista, nel nuovo video di Delmoro "Dove siamo finiti"

  • Cronaca

    Un nuovo bistrot - caffè gourmet per gli amanti della buona tavola

  • Cronaca

    Parco Moretti, chiosco preso a sassate per rubare pochi spiccioli

  • Cronaca

    In casa con oltre un etto e mezzo di hashish, arrestato

I più letti della settimana

  • Sigilli al resort di lusso che doveva inaugurare a Lignano a fine mese

  • La serie tv del Mostro di Udine dalla prossima settimana su Sky

  • Rissa fra giovani in piazza Matteotti

  • Ubriaco alla guida: provoca un incidente, scappa, perde la targa e si schianta

  • Sposa un'italiana per il permesso di soggiorno e poi la picchia e la violenta

  • Camion incastrato nel sottopassaggio di piazzale Cella

Torna su
UdineToday è in caricamento