Rissa a Sant'Osvaldo tra vicini di casa, arrestata una famiglia

Tutto è nato per futili motivi nei confronti di un vicino di casa. Poi, uno scambio di persona, ha provocato l'aggressione di una persona

Una rissa nata per futili motivi ha rischiato di degenerare ulteriormente, a Udine, nel quartiere di Sant'Osvaldo. In manette sono finite tre persone per violazione di domicilio, danneggiamento aggravato e lesioni.

Tutto è successo venerdì 27 maggio. Due persone, un colombiano e un nomade, hanno alzato i toni per l'abbaiare dei propri cani, venuti in contatto quando li portavano a passeggio. Poi è scattata la vendetta: l'uomo di origine rom si è presentato sulla porta di casa del colombiano, accompagnato dalla sorella e intimandogli di uscire. I due hanno colpito la porta di casa del colombiano con una mazza da baseball. L'uomo è stato poi arrestato dalla polizia intervenuta.

Ma non finisce qui: padre e sorella del rom, con un'altra persona intervenuta per sostenerli, si sono recati, per sbaglio, alla porta di un'altra abitazione in cui vive un cittadino marocchino, che è stato colpito da un pugno. L'intervento della polizia e di un vicino di casa hanno impedito che la situazione degenerasse ulteriormente. I tre aggressori sono stati arrestati. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento