A Lusevera catturato "Mirtillo", l'orso bruno di 163 kg

Il tenero nome rende giustizia alla bellezza, ma non alla stazza. Mirtillo, un orso bruno di cinque anni, è stato catturato dai ricercatori dell'Università di Udine e del Corpo Forestale Regionale nell'ambito del progetto Nat2care, che ne monitoreranno, attraverso un collare vita e abitudini

Mirtillo

Pesa 163 kg ha 5 anni ed è stato nominato "Mirtillo".

Catturato nelle foreste delle Prealpi Giulie, in Alta Val Torre, a Lusevera, Mirtillo è un'esemplare di orso maschio ed è il terzo catturato nella zona dal 2013 ed è il primo nell’ambito del progetto Nat2Care.

Il plantigrado è stato avvistato nel stesso sito dove sono stati  precedentemente catturati l'orso Alessandro e l'orso Madi. I dati del collare permetteranno di conoscere meglio i suoi spostamenti. Le analisi genetiche daranno indicazioni, invece, sulla sua origine, cioè se proveniente dalla popolazione slovena o da quella trentina come M4-Francesco, che tutt'ora vive in Carnia; dalle immagini raccolte prima della cattura e confrontate con quelle del 2017 potrebbe essere un orso di origine slovena.

IL VIDEO: la "cattura" di Mirtillo nelle Prealpi Giulie

L’animale è entrato nella gabbia intorno alle 23 della notte tra giovedì e venerdì 13 aprile; è stato sedato, pesato, sottoposto a prelievi di pelo e sangue, e dotato di collare satellitare. Alle 4 si è risvegliato e ha incominciato a mettersi in cammino. Sarà monitorato per un massimo di 12-18 mesi.

Le attività

Le attività di cattura e monitoraggio sono state realizzate nell'ambito del progetto Interreg Nat2Care che ha come lead partner il Parco Prealpi Giulie, e partner il Parco Dolomiti Friulane, l'Università di Udine, il Parco nazionale del Triglav, Nacklo e l'Istituto di biologia della Slovenia. L’orso è stato catturato da un team misto dell'Università di Udine e del Corpo Forestale Regionale. Ad alcune fasi della cattura hanno contribuito i volontari dell'associazione Villaggio degli orsi e studenti e tirocinanti dell’Università di Udine e di altri atenei italiani.

«Per la prima volta - spiega Stefano Filacorda, ricercatore presso il Dipartimento di scienze agro-alimentari e animali, che dirige e coordina gli studi sulla fauna selvatica per l’Università di Udine - il nome dell'orso è stato deciso tra una serie di nomi risultati vincitori di un vero e proprio concorso e votazione fatta dai ragazzi della scuola media inferiore Tiepolo di Pagnacco che ha partecipato a un'incontro del progetto Nat2Care. Il suo nome è Mirtillo».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

Torna su
UdineToday è in caricamento