Regione: Shaurli, torsione regole di Fedriga non è fake news

Il commento del segretario regionale del Pd, Cristiano Shaurli, in merito alle recenti nomine deliberate dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia. 

“Fedriga fa modificare le norme che regolano le nomine dei dirigenti regionali, le adatta alle sue necessità e poi si lamenta se arrivano le critiche: una torsione preoccupante delle regole che non è certo fake news”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli, in merito alle recenti nomine deliberate dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia. “Questa occupazione di poltrone e creazione di nuove a spese dei cittadini – spiega Shaurli - è iniziata con il ripristino dei Cda nelle partecipate regionali, con l'invenzione di un portavoce da centomila euro per il presidente del Consiglio regionale. Una storia che ancora non pare finita”.

Per Shaurli “la questione non è sulle persone ma politica, di gestione del potere e di dignità delle istituzioni. Speriamo che i 'debiti' della campagna elettorale siano presto finiti e possiamo tutti cominciare a occuparci di cose più importanti. Cose che attengano all'interesse di tutti i cittadini e dello sviluppo della nostra Regione, non della Lega”. “Fedriga ha traslocato in piazza Unità a Trieste gli usi di Di Maio e Salvini: ritiene che il consenso derivi non da buone scelte amministrative ma – precisa il segretario dem - da continui attacchi a chi non la pensa come lui, e mette in un mazzo giornali, diritti, finanziaria regionale, Pd e Europa in sproloqui via Facebook. Se vede solo nemici intorno vuol dire che rimpiange ormai i più comodi salotti romani”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il presidente cominci a preoccuparsi delle cose vere: dei suoi tagli alle attività economiche, delle politiche per la sostenibilità e l'efficientamento energetico e della totale scomparsa dell'autonomia e della specialità regionale, assieme alle quali – conclude Shaurli - sembra ci scippino anche il controllo strategico delle nostre autostrade”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento