In sedia a rotelle al concerto metal friulano, il pubblico lo solleva in aria

Durante l'esibizione della band Brût & Madone i fan hanno sollevato un giovane disabile che così ha potuto ballare sulle note della canzone "Chei dal Formai"

 

La musica è quel bene prezioso che appartiene a tutti. O, almeno, così dovrebbe essere, sempre. Ascoltarla, suonarla, viverla, sono azioni che dovrebbero poter essere accessibili senza ostacoli. E infatti la musica è questo che riesce a fare, avvicinarci, aprirci, renderci democraticamente e indistintamente fruitori della sua bellezza e della sua potenza. Sabato scorso si è avuta una prova tangibile del potere di quest'arte, durante un concerto metal alla Corte del Becco Fino di Manzano: sul palco si esibivano i Brût & Madone, l'unico gruppo metal a cantare in friulano. Un gruppo che ha sempre fatto dell'aggregazione uno dei suoi punti forti, come si capisce andando a uno qualunque dei loro - purtroppo pochi - live. Quello che è successo durante la loro ultima esibizione, però, non era ancora mai accaduto: durante uno dei loro pezzi più apprezzati, "Chel dal Formai", il pubblico ha sollevato l'unica persona presente nel locale impossibilitata a pogare, un ragazzo in carrozzina. Quattro o cinque spettatori hanno preso la sedia a rotelle portandola all'altezza delle teste di pubblico e musicisti (nel video dal minuto 0.54).

L'emozione

L'emozione è stata forte, per tutti: in quel momento il senso della musica si è fatto concreto. Interpellati a questo proposito, i membri della band hanno dichiarato: «il nostro prossimo ep si chiamerà "Welcome to the Cjôt". Il cjôt è il mosh-pit dei Brût & Madone. In ogni concerto hard-core/metal ben riuscito, il mosh-pit è lo spazio davanti al palco in cui si balla e ci si scatena. La canzone che porterà il titolo del disco è un invito a tutti ad entrare nel cjôt, divertirsi e farsi nuovi amici. Dice "...ducj i amîs son benvignûs tal cjôt... no lin daûr a come che tu sês, tal cjôt... (tutti gli amici sono benvenuti nel porcile... non ti giudichiamo nel porcile)" e, quello che abbiamo visto sabato, ci ha dimostrato che i nostri fan sono sulla nostra stessa linea di pensiero».

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento