Tutto esaurito allo IAL per il magistrato Raffaele Guariniello

Il procuratore, protagonista di inchieste popolari come quelle su Calciopoli e ThyssenKrupp, sull'ordinamento: "le leggi italiane su sicurezza e salute sono tra le migliori, il problema è che manca l’applicazione concreta"

Raffaele Guariniello a Udine

Tutto esaurito allo Ial per la visita del magistrato Raffaele Guariniello, ospite del noto ente di formazione per un seminario dedicato ai temi della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. Il noto procuratore – famoso per le sue eclatanti inchieste (quella “lampo” sul rogo alla ThyssenKrupp e quella sull’eternit, per citarne alcune) – dinnanzi ad una platea di un’ottantina di corsisti, ha approfondito, assieme alla professoressa Roberta Nunin dell’Università di Trieste, in particolare le questioni legate all’insorgenza dei nuovi rischi e agli obblighi e responsabilità delle imprese.

“Le leggi italiane sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro – ha commentato a margine dell’incontro il super-magistrato – sono tra le migliori al mondo, il problema è che manca l’applicazione concreta” così come la capacità di risolvere in modo tempestivo i nodi. Caso emblematico, quello dell’Ilva di Taranto, che è “significativo di quando i problemi non vengono risolti con serenità e rimandati”. Tuttavia nelle parole del procuratore trova spazio anche la questione – ben nota in Friuli Venezia Giulia – dell’amianto. Purtroppo – ha spiegato in sostanza – si tratta di un problema sia del passato che del presente: si continua a morire di amianto e sono ancora molte le persone a cui non viene riconosciuta quale causa della malattia questa sostanza. Infine, un allarme: “Sul fronte sicurezza in Italia è emergenza scuole”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Parcheggia davanti al suo locale per caricare la merce per le consegne ma viene multata

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

Torna su
UdineToday è in caricamento