La raccolta differenziata in crescita, nel 2018 in Fvg sfiorato il 67%

Incremento di circa due punti percentuali nella differenziazione dei rifiuti rispetto al 2017. I casi di Latisana, Povoletto, Faedis e Attimis dove l’aumento è stato di oltre il 20%

Nuovi modelli di raccolta e una gestione efficiente del servizio di igiene ambientale fanno decollare la differenziata. Net Spa nel 2018 ha raggiunto quasi il 67% (dato medio) nella raccolta differenziata dei rifiuti; quasi due punti percentuali in più rispetto al dato dell’anno precedente. 

I numeri

Servendo una popolazione di oltre 308mila abitanti in 58 Comuni delle province di Udine e Trieste, Net ha gestito negli ultimi dodici mesi oltre 232mila tonnellate di rifiuti delle quali circa 155mila differenziate. Dopo quattro anni, durante i quali la quota di differenziazione è rimasta sostanzialmente stabile attestandosi intorno a quota 65%, nel 2018 la gestione dei rifiuti differenziati ha fatto un balzo di quasi due punti percentuali arrivando a sfiorare quota 67%.

L'attenzione dei cittadini

Il dato testimonia la crescente attenzione dei cittadini verso la raccolta differenziata e soluzioni sempre più rispettose dell’ambiente. «La crescita è stata spinta anche dall’introduzione dei più innovativi modelli di raccolta integrati che hanno interessato recentemente Faedis, Attimis, Muggia, Povoletto, Latisana e Pulfero», premette Massimo Fuccaro, direttore generale di Net. «Questi Comuni, infatti, si sono stabilizzati in un solo anno già al 70-75% di raccolta differenziata, aumentando in alcuni casi anche di oltre 20 punti percentuali la differenziazione dei rifiuti rispetto al 2017».

I casi eccellenti

Quattro casi spiccano: Latisana, Povoletto, Faedis e Attimis. Il primo, Comune di 13.600 abitati, è passato dal 57% al 77% di raccolta differenziata in soli dodici mesi. «Il risultato conferma che il cambio direzione sulla raccolta differenziata, intrapreso già da ottobre 2017 e che ha visto il passaggio alla modalità porta a porta è sempre più premiante», osserva il sindaco di Latisana, Daniele Galizio. «Ringrazio i cittadini virtuosi per la collaborazione costruttiva e proficua; la loro risposta è stata fondamentale: non solo hanno compreso l’opportunità della differenziazione dei rifiuti, ma si sono impegnati nel curare maggiormente la loro separazione rispettando le modalità di conferimento». Passando a Povoletto, dove il servizio di porta a porta è stato avviato a metà 2018, in soli 6 mesi ha visto crescere la differenziata di 23 punti raggiungendo il 75% e alzando di conseguenza la media annuale al 67%. Per quanto riguarda Faedis e Attimis, dove il porta a porta è stato introdotto dalla metà del 2017, la differenziata è cresciuta rispettivamente di 37 e 32 punti percentuali, portando entrambi i Comuni al 70% nel 2018.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Comuni virtuosi

Inoltre, tra i Comuni soci storicamente più virtuosi spiccano Tricesimo, Buja e Cassacco che vedono oramai vicino il traguardo dell’85%; mentre Bicinicco, Tarcento, Pocenia e Tavagnacco hanno quasi raggiunto - e in alcuni casi superato - il 75% di differenziata. «Il trend positivo della raccolta differenziata è l’elemento di maggiore risalto che ci descrive la crescita della sensibilità ambientale tra i cittadini», prosegue il direttore generale di Net. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento