In bici tra le montagne per raccontare il mito delle "Aganis", il progetto di un giovane You-Tuber

Simon Emilio Di Betta, 27enne di Nimis, partirà tra qualche tra qualche giorno per un viaggio in bicicletta tra le montagne friulane, che porterà il pubblico del suo canale you-tube alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato il mito delle "fate d'acqua"

 

Un viaggio alla scoperta dei luoghi del folclore friulano, nel silenzio della natura, rotto solo dalticchettio leggero della bicicletta e sulla scia del mito delle "Aganis". E' l'idea del "neo-youtuber" (come ama definirsi), Simon Emilio Di Betta, 27 anni di Nimis.

Un "neo You-tuber"

Friulano di nascita, ma viaggiatore nell'animo, Simon Emilio (in arte Milio), nel settembre 2019, ha scelto di abbandonare il suo lavoro alla Optimax di Reana, spinto, come tanti altri giovani, dalla voglia di non arrendersi alla monotonia quotidiana.

"Senza rendermene conto - ci racconta - coltivavo un sogno. Durante un viaggio in Giappone, ho realizzato alcuni video per rendere partecipe la mia famiglia dei posti incredibili che stavo visitando. Poi mi sono detto che avrei potuto continuare anche dopo il Giappone. E cosi tra Irlanda e Germania, ho lanciato il mio canale you tube "Miliomillemiglia" (tutto attaccato mi raccomando) con l'obiettivo di raccontare il mondo attraverso i miei occhi di travel blogger .

"Poi però con l'arrivo del COVID19, il progetto si è fermato insieme a tutto il mondo. E ora stando qui, nella nostra regione, mi rendo conto di quanto ci sia da raccontare, di quanto sia peculiare la nostra terra dal punto di vista del folclore".

Il viaggio

"Così, ho deciso di partire per raccontare i nostri luoghi, in particolare quelli legati al mito delle Aganis, cioè le fate d'acqua, spiriti femminili e volubili che, secondo la leggenda, danzavano nelle acque della nostra regione. Ecco proprio sulle orme di questo mito, partendo da Nimis pedalerò lungo le prealpi partendo da Resia e proseguendo in direzione Nord-Ovest, dormendo in tenda e cercando di raccontare, atttraverso i miei video su you-tube, se e quanto effettivamente questi miti e leggende esistano ancora e se vengano tramandate di generazione in generazione. Un viaggio sì, alla ricerca di un mito, ma anche alla scoperta delle bellezze naturalistiche del FVG".

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento