Matrimonio gay a palazzo D'Aronco, Fontanini: «C'è una norma e ne prendiamo atto»

Ieri la prima unione tra persone dello stesso sesso in Comune. Il sindaco ha delegato la consigliera Marioni per la celebrazione

La prima unione civile fra persone dello stesso sesso a Udine dopo la recente elezione del sindaco Pietro Fontanini, alla guida di una giunta di centrodestra, è stata celebrata ieri nel municipio del capoluogo friulano.

Fontanini: «Gay e lesbiche non sono tipicamente friulani»

La coppia

Due uomini, residenti fuori provincia, hanno scelto il capoluogo friulano per ufficializzare la loro relazione, senza riflettori e mantenendo la riservatezza. A celebrare l'unione civile è stata Elisabetta Marioni, consigliere comunale della Lega, dopo aver ricevuto la delega dal primo cittadino. 

Il sindaco

Per il sindaco Fontanini, come riportato dall'Ansa, «c'è una norma e noi ne prendiamo atto. Nonostante la nostra opinione diversa al riguardo, siamo rispettosi delle norme e non agiremo nell'illegalità. Il ruolo di "celebrante", inoltre - ha proseguito - è stato affidato a una donna, perché desideriamo che abbiano ruoli importanti».

I precedenti

A suo modo Udine ha fatto scuola sul tema. Risale infatti ancora al 2014, quando ancora non c'era una legge ad hoc, la prima trascrizione di un'unione tra persone dello stesso sesso, Adele Palmeri ed Ingrid Owens.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento