Presidio silenzioso a Palmanova contro l'intolleranza

Il Pd regionale si è riunito stamani nel ricordo dei partigiani e civili morti durante l'epoca fascista. Il Vicepresidente Bolzonello "Il Fvg conosce la sua storia ed è fondamentale il ruolo della scuola per evitare gli errori del passato ed episodi come quello del circolo Arci Cas'Aupa"

Le immagini della cerimonia

Un presidio silenzioso davanti all'ex Caserma Piave di Palmanova  dove tra il 1944 e il 1945 vennero torturate oltre 900 persone, tra partigiani e civili, e morirono in 600, futuro Museo regionale della Resistenza, si è svolto stamani parallelamente al raduno nazionale di Como promosso dal Pd dopo l'irruzione di alcuni naziskin a una riunione di volontari per i migranti.

 «Abbiamo ricordato - ha detto la segretaria del Pd del Friuli Venezia Giulia, Antonella Grim - per ricordare che le nostre radici sono repubblicane, democratiche e antifasciste, che la nostra responsabilità è collettiva e trasversale per dire che il fascismo non potrà più esserci».
 Al presidio, oltre a semplici cittadini, amministratori locali, esponenti dei partiti, era presente la presidente del FVG Debora Serracchiani, il vicepresidente Sergio Bolzonello, e numerosi parlamentari eletti in regione. 

Il vicepresidente Sergio Bolzonello

«Essere presente oggi a Palmanova era doveroso, un impegno per dire che certi fantasmi del passato non ci devono fare paura». Così Sergio Bolzonello al termine della cerimonia all’ex caserma Piave. «l Friuli Venezia Giulia- prosegue - è un territorio che conosce la storia per averla vissuta e grazie a questo è capace di arginare certi fenomeni, l’attenzione deve comunque restare alta visto quanto avvenuto non più tardi di ieri a Udine al circolo Arci ‘Cas'Aupa’. Solamente facendo conoscere i drammi del passato, e in questo il ruolo della scuola è fondamentale, possiamo evitare che si ripetano. È giusto - conclude Bolzonello - che una comunità sia costruita anche sulle divergenze politiche, ce lo chiede il presente, ma queste devono essere basate sul rispetto e su valori comuni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

Torna su
UdineToday è in caricamento