Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Presa la banda che era in fuga nel Medio Friuli, il VIDEO della cattura

La curiosità: si tratta molto probabilmente degli stessi ladri che avevano compiuto alcune razzie nei campi sportivi: durante alcuni colpi indossavano le divise rubate alle società sportive

 

E' stata catturata nel tardo pomeriggio di oggi la banda che da questa mattina ha tenuto impegnate diverse pattuglie dei carabinieri della provincia di Udine. Si trattava di un'operazione attesa, sperata e per la quale i militari dell'arma erano in preallerta da settimane, ovvero da quando hanno iniziato ad investigare sui possibili autori dei colpi che hanno iniziato a imperversare nel Medio e nel Basso Friuli negli ultimi tre mesi. Durante il fermo dei tre cittadini romeni senza fissa dimora (di 29, 26 e 22 anni) è stato utilizzato anche un elicottero. La vasta operazione di inseguimento e cattura, iniziata con la fuga di questa mattina, ha ovviamente attirato la curiosità di molti abitanti della zona di Rivis e Sedegliano che si sono riversati nei campi attigui alla zona dove erano in corso le "manovre". 

Il riconoscimento di una vittima

Gabriele Nadalini, titolare del Bar da Teto, vittima di ben tre furti nell'ultimo periodo, ci ha confermato di aver riconosciuto uno dei tre componenti fermati oggi. Lo aveva infatti visto nelle immagini che il suo sistema di videosorveglianza aveva ripreso durante i colpi subiti. Soddisfatto per l'esito della cattura, ci ha tenuto a congratularsi con i militari dell'arma: "Un ringraziamento a tutti i carabinieri per l'ottimo e instancabile lavoro svolto per catturarli. Anche perchè uno degli uomini catturati oggi è presente nel primo e nel terzo furto perpetrato nel mio locale".

Il dettaglio: riconosciuti anche grazie alle divise da calcio

Ma la curiosità, su cui anche la nostra testata aveva provato a indagare alcuni giorni fa, è che il sistema di videosorveglianza installato da Nadalini nel suo locale aveva immortalato i furfanti indossare chiaramente alcune strane divise sportive durante le loro azioni. Si trattava delle divise rubate alcuni giorni prima ai danni della società sportiva A.s.d. Santa Maria la Longa. Un dettaglio importante, non sfuggito ai carabinieri, e che permetterà ora agli inquirenti di verificare se questa banda sia la stessa che ha colpito altre realtà sportive regionali negli ultimi due-tre mesi, fra le quali ricordiamo la Pro Romans, vittima di un colpo che ha portato al furto di un pulmino, oltre che di alimenti e vino. Le spaccate e i ladrocini che potrebbero essere addebitati al terzetto preso oggi potrebbero essere decine. Colpi con modalità simili sono infatti stati eseguiti a Codroipo, Rivignano, Cervignano e Sedegliano. Per ora il trio è stato sottoposto a fermo con l'accusa di ricettazione per la fuga a bordo dell'Audi A8 rubata. Uno dei tre uomini, però, è risultato essere già destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Pavia per furto in abitazione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento