Il nuovo ponte sul Torre non va, un terzo dei tubolari sono da cambiare

Il manufatto ha bisogno di un intervento di sistemazione dopo le analisi effettuate

Il nuovo ponte sul torrente Torre, tra Nogaredo al Torre e Chiopris Viscone, va sistemato. L’Istituto italiano delle saldature di Genova, che è stato incaricato dalla Commissario delegato per l’emergenza A4 (stazione appaltante) di verificare tutti i tubolari dell’impalcato metallico del manufatto, ha completato le verifiche richieste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'avvio dei lavori

I riscontri

Le analisi sono state effettuate dopo che i lavori erano stati temporaneamente sospesi a seguito della rottura di un tubolare durante il montaggio del ponte. Sulla base dei risultati ottenuti sarà quindi possibile individuare con precisione i tubolari non conformi e quindi l’impresa alla quale sono stati appaltati i lavori potrà provvedere alla loro sostituzione. Indicativamente, la sostituzione dovrebbe riguardare circa un terzo dei tubolari, mentre sono risultati conformi sia le lamiere sia gli angolari utilizzati per l’impalcato. Pertanto, l’intervento di sostituzione sarà certamente importante ma non comporterà lo smontaggio e il rimontaggio completo dell’intero manufatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento