Caso Pittini: incontro a Roma tra Serracchiani e Gentiloni

La richiesta: rivedere la sanzione comminata dall'antitrust, si rischia di mettere in ginocchio l'economia locale

"A pochi giorni di distanza dalla lettera inviata a palazzo Chigi, siamo stati ascoltati in modo molto attento e competente, potendo illustrare nei dettagli la vicenda legata alla situazione della Pittini. Ciò è indice dell'attenzione che il Governo ha nei confronti di un tema molto delicato che rischia di mettere in ginocchio l'economia locale". È questo, in sintesi, quanto ha riferito la presidente della Regione, Debora Serracchiani, al termine dell'incontro svoltosi a Roma con il consigliere giuridico e con il consigliere economico del presidente del consiglio dei Ministri, inteso a sensibilizzare il Governo sulla sanzione comminata dall'antitrust al gruppo siderurgico friulano. Oltre a Serracchiani, erano presenti anche l'assessore regionale Sara Vito, i sindaci del gemonese e il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini.

La lettera

L'incontro di oggi a Roma fa seguito ad una lettera che la presidente della Regione aveva inviato alcune settimane fa al premier Paolo Gentiloni. Nella missiva si chiedeva al primo ministro un incontro, anche alla presenza dei sindaci del gemonese, per esaminare una problematica che potrebbe mettere in ginocchio un intero sistema imprenditoriale attivo da oltre 60 anni, comportando un danno economico e sociale enorme per il territorio e con effetti potenzialmente devastati per l'economia sia pubblica che privata. In sintonia si era espresso sull'argomento anche il Consiglio regionale che, con una mozione urgente approvata all'unanimità agli inizi del mese di ottobre, chiedeva alla presidente della Regione e alla Giunta di attivarsi presso il Governo affinché i primi cittadini dei territori coinvolti dal problema potessero incontrare al più presto la presidenza del Consiglio per rappresentargli le preoccupazioni in merito alla vicenda. Sul tema anche il Consiglio comunale di Buia, insieme a quello di altri territori circostanti, aveva approvato una mozione a sostegno della Ferriere Nord. I timori dei sindaci sono legati alle conseguenze che il provvedimento, emesso dall'Autorità garante per la concorrenza e del mercato nei confronti dell'industria siderurgica di Rivoli di Osoppo, potrebbe avere tanto sull'occupazione quanto sull'economia locale.

L'incontro Gentiloni - Serracchiani 

Durante l'incontro con i consiglieri di Gentiloni, Serracchiani ha evidenziato il fatto che la Ferriere Nord del gruppo Pittini è una realtà industriale storica in Friuli Venezia Giulia e rappresenta la principale attività operante nel comparto degli acciai lunghi in Italia. "Questa esemplare azienda - ha ricordato la presidente - ha contribuito in modo significativo allo sviluppo del nostro territorio, in particolare nella fase del post terremoto. È infatti diventata uno degli assi portanti della nostra economia regionale, ponendosi come punto di riferimento nello sviluppo dei comuni della pedemontana".

Fontanini

“Anche i rappresentanti del Consiglio dei ministri ritengono la questione molto importante e delicata per il futuro della nostra siderurgia” riferisce Fontanini auspicando che, conseguentemente al colloquio odierno e alle forti preoccupazioni manifestate dalla delegazione del Fvg, il Governo faccia la sua parte. “Per la nostra economia – continua Fontanini – il gruppo Pittini -Ferriere Nord rappresenta un pilastro importante e l’ammenda costituisce, come gli stessi vertici aziendali ci hanno riferito nel recente incontro, un serio rischio di perdere questa storica realtà industriale che occupa migliaia di persone. Ora non resta che attendere il verdetto del Tar del Lazio al quale il Gruppo ha chiesto la sospensiva sperando in un positivo accoglimento dell’istanza”. “Si tratta di accuse pesanti – continua Fontanini - che mettono a repentaglio 7 mila posti di lavoro considerando anche che l’azienda ha da poco concluso positivamente un'altra questione giudiziaria dopo un’attesa e un impegno sul fronte legale di dieci anni”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento