Finti vaccini: processo Petrillo alle porte

E' stata accusata di aver lasciato scoperti soprattutto i bambini più piccoli

Si avvicina sempre di più il processo per Emanuela Petrillo, l’ex assistente sanitaria della Usl di Treviso che, secondo la Procura di Udine, tra il 2009 e il 2016 avrebbe omesso di effettuare migliaia di vaccinazioni sia in ospedali veneti che friulani. La donna, infatti, era stata accusata di aver lasciati 'scoperti' soprattutto i bambini più piccoli quando lavorava tra Codroipo, San Daniele del Friuli, Udine, San Biagio di Callalta, Spresiano, Quinto eTreviso,

Ora, come riporta "Il Gazzettino", dopo che lo scorso marzo l'incidente probatorio ha confermato "una forte scopertura vaccinale nei suoi pazienti", la dottoressa trevigiana dovrà presentarsi il prossimo 2 novembre di fronte al Gip di Udine Daniele Faleschini Barnaba per un'udienza preliminare, dopo essere già stata rinviata a giudizio per i reati di peculato, rifiuto e omissione di atti d’ufficio, falsità ideologica e materiale commessa dal pubblico ufficiale. Insomma, una vicenda che è ancora lontana dal trovare una quadra ma che ora finalmente si discuterà tra le aule di un tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento