"Treni regionali peggiorati negli ultimi due mesi, aumentati i disservizi"

L'allarme arriva dai pendolari dell'Alto Friuli. Il Comitato lamenta la grave situazione e l'inerzia della Regione, chiedendo un dialogo alla presidente Debora Serracchiani

I pendolari dell'Alto Friuli fanno sentire la voce della protesta sul loro blog tramite un comunicato, dove si richiamano ancora una volta ai forti disagi che la categoria è costretta a subire regolarmente.

"Riteniamo assolutamente insufficiente l’approccio assunto dalla Giunta Serracchiani rispetto alle problematiche del servizio ferroviario, che in questi ultimi due mesi ha visto un significativo peggioramento della qualità, con un aumento dei disservizi. Grave è soprattutto il silenzio della Regione verso i problemi dei Pendolari, i quali soffrono le vessazioni di una gestione “libera” di Trenitalia, che senza alcun apparente controllo di sorta, sopprime sistematicamente alcuni collegamenti ogni giorno. Non si capisce se questi disservizi siano causati da guasti al vetusto materiale rotabile o invece afferenti alla mancanza di personale in ferie.

Abbiamo chiesto alla Presidente Serracchiani - ancora ad inizio giugno - la convocazione urgente del Tavolo di Lavoro dei Pendolari, senza tuttavia ricevere nessuna risposta. Comprendiamo perfettamente che in due mesi di governo non si possono risolvere problemi cronici, ma almeno farsi vedere disponibile al dialogo e al confronto ci pare il minimo che la Presidente possa fare, mantenendo così fede alle promesse fatte nel corso della campagna elettorale.

Sono tante le domande a cui la Regione deve rispondere:

1) Quando arriveranno i nuovi treni Civity acquistati dalla Regione?
2) Dove sono finiti i due nuovi treni Vivalto acquistati da Trenitalia ed entrati in esercizio a fine dicembre 2012? Quando arriveranno gli altri due previsti dal contratto di servizio?
3) Dove è finita la penale contrattuale di 498.000 euro relativa agli inadempimenti del 2011? Tali somme dovevano essere rinvestite per il 50% sul servizio e per il 50% per l’avvio del piano stazioni minori.
4) A luglio scadrà il termine contrattuale per il pagamento a Trenitalia del saldo in ordine al servizio prestato nel 2012. A fronte degli inadempimenti contrattuali (soppressioni e ritardi) la Regione intende applicare le sanzioni a Trenitalia per il mancato rispetto dei termini contrattuali?

Invitiamo vivamente i politici ad evitare continui ed inutili scontri dialettici e a lavorare seriamente nelle sedi competenti per favorire a migliorare la vita di chi, come noi, utilizza il treno ogni giorno per spostarsi. Mentre sui giornali di parla di “aria fritta”, vedi la problematica dei passaggi a livelli di Laipacco, dove si vorrebbe sperperare ben 70 milioni di euro per un’opera “populista”, che non risolverebbe peraltro le problematiche, ma lo sposterebbe solo altrove, con ulteriori danni, i Pendolari dell’Alto Friuli non possono acquistare il biglietto o l’abbonamento, visto che la biglietteria di Gemona è stata chiusa e le nuovissime biglietterie self service non sono abilitate ad emettere i biglietti integrati per la mancanza di un semplice aggiornamento del software. Mentre si continua a perdere tempo su chi sarà il nuovo Presidente della Commissione Paritetica, la linea Gemona-Sacile resta chiusa (ormai da un anno) e l’iter di trasferimento della proprietà della linea dallo Stato alla Regione resta bloccato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un atteggiamento quello della Regione che non fa altro che agevolare e lasciare mano libera a Trenitalia, la quale disattende sistematicamente gli impegni assunti con il contratto di servizio. C’è molto da fare, più che conferenze e chiacchiere di protocollo è tempo di lavorare ! Chiediamo solo la convocazione del Tavolo di Lavoro, due ore di tempo per discutere sulle priorità e sulle criticità non più procrastinabili. Se invece la Regione intende proseguire da sola, senza il supporto dei Comitati, lo dica esplicitamente. In questo caso però evitate per cortesia di invitarci a convegni o conferenze solo per farci fare presenza e per farvi fare a voi bella figura!

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

Torna su
UdineToday è in caricamento