Ospedale di Palmanova a rischio chiusura, l'allarme del sindacato

Il segretario generale della Uil Fpl Fvg Luciano Bressan denuncia le scelte riguardanti la gestione dei presidi ospedalieri regionali e la carenza di personale assistenziale

I servizi medico-ospedalieri non sono ancora tornati a pieno regime e a lanciare un allarme è Luciano Bressan, segretario generale UIL FPL FVG. «Assistiamo, in questi giorni, alla ripresa delle attività ospedaliere di routine (diagnostica, chirurgica, etc), ma siamo purtroppo ancora troppo distanti dal “pieno regime” previsto. Ritornare alla situazione pre-Covid19 appare sempre più come un’utopia».

Le difficoltà

Uno dei grandi problemi attuali è la carenza di personale. «Siamo ben consapevoli che la carenza di personale di assistenza, in questo frangente, sia il problema più complesso da risolvere per raggiungere l’obiettivo. La UIL FPL, sin dall'inizio della crisi, ha perorato questa causa, sollecitando assunzioni straordinarie fondate sulla riorganizzazione delle necessità emerse durante l'emergenza», continua Bressan.

L'allarme

«A questo punto, ci lascia decisamente interdetti la notizia, di attendibilità indubbia seppur ancora ufficiosa, che i vertici aziendali abbiano deciso di sacrificare (ovvero, di fatto, chiudere) la sede dell'Ospedale di Palmanova. Questo per potenziare e rendere quindi indispensabile la chirurgia di Latisana». Legge di sopravvivenza campanilistica? Si chiede Bressan. «Assistiamo, come già in passato, a manovre di questa natura. Sembra ripetersi il caso della chiusura dell'Ospedale di Gemona del Friuli, a favore di quelli di Tolmezzo e San Daniele, i quali paradossalmente erano strutture inadatte a sostenere carichi di attività maggiori. Assistiamo, per l'ennesima volta, a deliberati capricci, utili solamente a coltivare orticelli personali», tuona il segretario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Richieste

La richiesta di un chiarimento da parte del segretario generale di Uil Fpl Fvg è già stata inoltrata al Direttore Generale, da circa un mese. «Purtroppo non c'è mai stata risposta. Ci domandiamo quindi se sia tollerabile che scelte così radicali non vengano discusse con le parti sociali, visto che in primis coinvolgono la popolazione, né siano tantomeno motivate da dati oggettivi. Non siamo più disposti ad accettare che le decisioni prese arbitrariamente da personaggi sostenuti da poteri occulti impongano conseguenze scellerate a discapito della popolazione e dei lavoratori». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Domenico, Francesca perde la vita a soli 23 anni

  • Lei urina di fronte alla vetrina del ristorante all'ora dell'aperitivo, lui sfonda una porta

  • Il giovane udinese che vizia di lusso vintage Chiara Ferragni: la storia di Massimo

  • Contributi, agevolazioni e riduzioni tramite ISEE: cosa poter richiedere

  • Via tutti gli ombrelloni dalla spiaggia libera a Lignano

  • Grave incidente nella Bassa, motociclista cade e s'incastra sotto il guardrail

Torna su
UdineToday è in caricamento