Nessuna deroga per la "House of Pizza e Kebab" di via Ciconi

Oggi è avvenuto l'incontro fra Hayat Irfan, titolare del punto di ristoro notturno, e l'assessore alla sicurezza Alessandro Ciani. Il gestore: «Incrocio le dita per gennaio»

 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Niente da fare per l'House of Pizza e Kebab. Il locale notturno, divenuto in questi ultimi 4 anni un vero punto di riferimento per i nottambuli (e per chi lavora nelle ore notturne), non è riuscito a strappare alcuna deroga all'assessore alla sicurezza Alessandro Ciani. Chiuderà alle 23 di sera, esattamente come previsto dall'ordinanza emessa dal Comune per garantire il diritto al riposo e la sicurezza del quartiere.

"L'incontro avvenuto questa mattina è stato molto cordiale e positivo", ci ha riferito il 36enne emiliano Hayat Irfan, figlio del titolare del punto di ristoro e sindacalista di professione in provincia di Modena. "L'assessore ha ben compreso la particolare situazione vissuta dal mio locale, l'unico presente in via Ciconi, ed è ben consapevole del fatto che non sia mai stato teatro di situazioni spiacevoli. Ciani mi ha spiegato che valuterà il mio caso nei prossimi mesi, quando, dopo aver fatto il punto della situazione, saranno prese eventuali decisioni in merito al rinnovo dell'ordinanza di chiusura anticipata prevista per i locali di Borgo Stazione".  

Dopo il colloquio di stamane, l'unico richiesto da parte dei commercianti di Borgo Stazione all'Amministrazione Comunale, Hayat ha deciso che non farà alcun ricorso legale. Questo, sia per paura di non risolvere nulla in tempi brevi, viste le lungaggini burocratiche, sia perchè si è detto fiducioso che la "stretta" sugli orari possa terminare il 30 dicembre 2018, ovvero alla sua naturale scadenza.

Vigilanza in Borgo Stazione, in servizio la prima squadra della sicurezza

Primo "Coprifuoco" in Borgo Stazione: «Io triste, gente triste, capo triste, tutto triste» 

"Coprifuoco" in stazione, Venanzi: «Così la situazione non si cambia, si peggiora»

"Coprifuoco" in Borgo Stazione, la disperazione di un gestore: «Ho pensato al suicidio»

Sicurezza, stretta sugli orari dei locali in stazione, il sindaco: «Non è coprifuoco»

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento