Delitto Sacher, processo sospeso per le due ragazze che lo uccisero

Le minorenni udinesi che si resero responsabili dell'omicidio di via Buttrio inizieranno un percorso di messa alla prova

Mirco Sacher

Saranno messe alla prova, con la sospensione del processo, le due minorenni di Udine che il 7 aprile del 2013 uccisero il pensionato Mirco Sacher in un campo di via Buttrio, alla periferia della città friulana.

Dopo la decisione del Tribunale dei minorenni di Trieste dello scorso 3 luglio, inizierà il prossimo 28 ottobre il percorso di messa alla prova per le giovani. Secondo le perizie, le due ragazze sono state vittime di ripetute violenze da parte dell'uomo. 

Sacher avrebbe offerto loro piccole somme di denaro, spogliandole conseguentemente dei pantaloni, tanto da instaurare un rapporto di  costrizione con loro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • L'accusa shock di una figlia: «Mio padre mi ha quasi uccisa picchiandomi»

Torna su
UdineToday è in caricamento