Nuovo stadio Friuli, Pozzo a Malagò: "impianto finito a settembre del 2014"

Il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò, in carica da un paio di mesi, è intervenuto in conferenza stampa a Udine per promuovere l'idea del presidente Pozzo, che porterà alla realizzazione del nuovo impianto dei Rizzi, riuscendo anche a strappare la promessa del paron

Il presidente del CONI Giovanni Malagò è intervenuto in conferenza stampa allo stadio Friuli per presentare il progetto per il nuovo stadio Friuli. Alla fine dell'incontro è riuscito a strappare una promessa a Giampaolo Pozzo, che ha annunciato la fine lavori per settembre del 2014.

Le dichiarazioni più significative

MALAGO': "Mi sento a casa perché, a livello di politica sportiva, il Friuli mi ha sostenuto moltissimo. Durante il mio mandato ci tengo a essere molto presente sul territorio, è uno degli obiettivi che mi sono posto già dal programma elettorale."

"Presidente Pozzo, sono con te, al 100%. So benissimo cosa significhi a livello di sviluppo e occupazione tutto questo che state realizzando. Questo tipo di progettualità aiuta moltissimo."

"Dovete essere orgogliosi di quanto fatto dalla società, capace di coinvolgere tutto il territorio. Il fatto che lo stadio si continuerà a chiamare Friuli è bellissimo, sintomatico della capacità di coinvolgere tutti che avete qui."

HONSELL: "Il piano finanziario elaborato rivela un profondo amore per questo territorio e per i tifosi. A livello burocratico siamo stati degli esploratori, per trovare un passaggio blindato e rigoroso allo scopo di realizzare un'opera che farà da volano."

POZZO: Sono molto lusingato dalla visita del Presidente, è un tipo molto pragmatico. In pochi giorni hanno espletato le pratiche che ci servivano dal CONI e per questo le ringrazio. Abbiamo combattuto contro un gigante come la burocrazia. In 27 anni di rapporti col Comune ne abbiamo avuti 23 di conflitto permanente. Per anni abbiamo perso tempo, con Honsell siamo arrivati al dunque. Se faccio questo è perché ci credo e porto avanti un discorso di riconoscenza verso il territorio dove sono nato. Un'operazione del genere si può fare dappertutto, basta metterci la buona volontà. Se non avessimo fatto questo non so cosa sarebbe stato in futuro di questa società."

RIGOTTO: "Dopo questa esperienza riprendo fiducia nelle istituzioni. Oggi abbiamo avuto anche l'approvazione della commissione paesaggistica. Tra una settimana avremo l'esame della commissione di vigilanza e chiuderemo l'ultima fase, in modo da essere pronti per il 12 maggio, alla fine della partita con l'Atalanta, per iniziare i lavori. Grazie a tutte le istituzioni, stateci ancora vicine perché avremo bisogno di tutti voi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Incidente mortale sulla Udine-Venezia, raffica di soppressioni e ritardi

Torna su
UdineToday è in caricamento