Sereni Orizzonti: nuova residenza per anziani ad Ajello del Friuli

Una struttura da 118 posti costata 7 milioni di euro. Massimo Blasoni: "Abbiamo dato vita a una catena e adesso siamo presenti in sei regioni". Sono 10 le case di riposo in Friuli Venezia Giulia

Taglio del nastro ufficiale per la nuova residenza di Sereni Orizzonti S.p.A ad Aiello del Friuli: si tratta di una casa protetta da 118 posti che, a pieno regime, occuperà un’ottantina di lavoratori, tra medici, infermieri, assistenti e addetti ai servizi. Un traguardo importante per la società udinese fondata nel 1996 da Massimo Blasoni e Giorgio Zucchini che si occupa di costruzione e gestione di residenze per anziani in tutto il Centro Nord Italia e che continua ad espandersi nonostante il difficile momento economico che sta colpendo tutti i settori: “Abbiamo investito 7 milioni di euro per costruire ex novo questa residenza – ha spiegato Massimo Blasoni, azionista di maggioranza -, un investimento notevole completamente a carico dell’azienda visto che, com’è noto, le imprese del settore non hanno contributi pubblici; siamo andati avanti con coraggio e passione e grazie alla competenza e alla professionalità di tutti i nostri oltre mille collaboratori. Come imprenditori siamo fieri di aver portato la nostra azienda in tutto il Nord Italia, ma oggi siamo particolarmente orgogliosi di questa residenza all’avanguardia, la prima che realizziamo ex novo nella regione in cui siamo nati e dove sono attive altre 10 strutture del gruppo”.

La struttura di Aiello è una residenza protetta ad alta ricettività che può ospitare anziani a diverso grado di autosufficienza, da quelli che presentano una minima compromissione funzionale a quelli totalmente non autosufficienti. L’edificio si sviluppa su tre piani, suddivisi in sei nuclei (3 da 20 posti letto, 2 da 22 e 1 da 14 posti letto, tutti in camera doppia), ciascuno con una propria zona giorno, mensa e cucina. Ogni nucleo è stato caratterizzato con arredi e colori diversi, così da permettere un più facile orientamento alle persone affette da demenza senile. La struttura fornisce il servizio alberghiero, l'assistenza di base nonché quella infermieristica, l'assistenza medica, la riabilitazione e il servizio di animazione.

“I servizi per la terza età sono in grande sviluppo e il mercato è caratterizzato da una elevatissima parcellizzazione – ha spiegato Blasoni -: di norma si tratta di soggetti che gestiscono una o al massimo due strutture. La nostra idea è stata quella di dare vita ad una catena che oggi è presente in sei regioni e che quindi può sostenere un’importante attività di studio e sviluppo.  Ben oltre la tradizionale casa di riposo infatti – ha continuato -, per crescere occorre fornire una proposta diversificata rispetto ai bisogni assistenziali e capace di dare una molteplicità di risposte sui temi propriamente sanitari. Dalla riabilitazione alle problematiche della demenza senile e dell’Alzheimer, occorre proporre modelli sempre nuovi e in questa ottica, quella di Aiello del Friuli è una residenza innovativa figlia della nostra strategia di sviluppo e in grado di rispondere al meglio alle diverse necessità assistenziali espresse dal territorio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

Torna su
UdineToday è in caricamento