Morto tra le fiamme di casa sua, si indaga per omicidio

L'ipotesi di reato di omicidio colposo è al vaglio della Procura della Repubblica di Udine. Pochi giorni fa si sarebbe verificato un altro incendio

Il procuratore capo Antonio De Nicolo

Omicidio colposo. È questa l'ipotesi di reato per la quale la Procura della Repubblica di Udine ha deciso di aprire un'inchiesta a carico di ignoti per fare luce sul decesso di Adelfino Pacorigh, l'85enne morto ieri sera nell'incendio divampato nella sua abitazione, al primo piano di uno stabile in centro a Porpetto. Lo ha annunciato oggi il Procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo.

Le ragioni

Secondo le prime risultanze investigative pare infatti che solo una decina di giorni fa si fosse verificato un fatto analogo. "Faremo ascoltare la moglie per capire meglio questo precedente e le condizioni dell'anziano", ha spiegato la decisione di non chiudere subito il caso per verificare che non sia "possibile profilare un fatto colposo di terzi" e capire se non sia stato "sottovalutato un rischio". Il fascicolo è affidato al pm di turno, Lucia Terzariol.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

  • Ultrà friulano aggredisce supporter della squadra avversaria e scappa

Torna su
UdineToday è in caricamento