Lutto nel mondo della politica per la morte di Giuseppe Romano Specogna

Personalità di spicco della Democrazia Cristiana nel secolo scorso. Iniziò l'avventura come amministratore pubblico nella natia Pulfero

Giuseppe Romano Specogna assieme ad Adriano Biasutti

Se n’è andato Giuseppe Romano Specogna, democristiano di ferro, protagonista di una stagione politica iniziata come consigliere comunale nella sua Pulfero nel lontano 1956.

Nato il 19 ottobre 1928 nel comune delle Valli del Natisone, da sempre iscritto allo Scudo crociato, fu ininterrottamente consigliere regionale nella terza, quarta e quinta legislatura, dal 1973 al 1988. Assessore ai lavori pubblici nella terza Giunta Comelli della IV Legislatura
(1982-1983), fu riconfermato nel primo Esecutivo Comelli della V legislatura (1983-1984) come assessore alla ricostruzione, ereditando idealmente il testimone da Adriano Biasutti in questo referato.

La sua carriera politica iniziò come ricordato nel suo comune, dal 1956 al 1961 e dal 1975 al 1980. Fu assessore provinciale a Udine dal 1970 al 1973 e capogruppo Dc alla Comunità montana delle Valli del Natisone; sindaco di Pulfero per dieci anni, dal 1978 al 1988. Al termine dell'impegno politico Specogna fu presidente di Autovie Venete fino al 1985.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maxi operazione antidroga "Invisibili", arrestato boss del narcotraffico

  • Cronaca

    Scoperto mentre dormiva in auto tra i vigneti: arrestato latitante friulano

  • Cronaca

    Circola senza patente, provoca incidente e scappa

  • Cronaca

    Marina Azzurra, il giudice annulla il sequestro

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in autostrada lungo la A4

  • Sono due giovani operai le vittime del grave incidente autostradale

  • Dopo le grandi città tursitiche, è Lignano a dotarsi del sistema di self check-in e check-out

  • Rissa fra giovani in piazza Matteotti

  • Camion incastrato nel sottopassaggio di piazzale Cella

  • Sposa un'italiana per il permesso di soggiorno e poi la picchia e la violenta

Torna su
UdineToday è in caricamento