Morta in mezzo a escrementi e immondizie: condannato il marito

La sentenza si riferisce a una vicenda che coinvolse una donna residente a Blessano di Basiliano due anni fa

Un anno e 6 mesi di reclusione, col beneficio della sospensione condizionale della pena, per abbandono di incapace. La moglie venne lasciata morire in mezzo agli escrementi e all’immondizia a Blessano di Basiliano. Questa è la condanna - pronunciata giovedì 4 febbraio - dal Gup del Tribunale di Udine, nei confronti di un 66enne residente nella località del Medio Friuli, marito della vittima, un 76enne trovata il 22 febbraio del 2014 a letto, in stato di semi incoscienza, sommersa da escrementi e rifiuti e morta 15 giorni dopo in ospedale. Era stato l’uomo a chiamare i soccorsi dopo l’aggravarsi delle condizioni della congiunta. I sanitari dovettero ricorrere all’intervento dei pompieri per potersi aprire un varco tra quasi 2 metri di rifiuti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Elettrodotto Udine Ovest-Redipuglia: fra 7 mesi la risposta del Tar del Lazio

    • Incidenti stradali

      Scontro tra auto e moto a Santa Caterina, un ferito grave

    • Cronaca

      Sos morbillo in Friuli: “Inutili rischi letali evitabili con la vaccinazione”

    • Cronaca

      A Tarvisio si ricordano i 12 carabinieri trucidati a Malga Bala nel ‘44

    I più letti della settimana

    • Lavoro in nero per 11 persone, chiuso un locale notturno

    • Malore durante una corsa, muore un podista di 44 anni

    • Doppio incidente lungo la A4, code e rallentamenti

    • Nuovo atto intimidatorio per l'imprenditore friulano Carlo Tonutti

    • Incontra un conoscente in bicicletta, anziano accoltellato al collo

    • Incendio nella notte a San Daniele, 10 persone in ospedale

    Torna su
    UdineToday è in caricamento