La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

La morte dopo solo un giorno dall'appello per trovare una nuova clinica che potesse curare la mamma di Remanzacco

Maria Pelle

Una rara forma di malattia, l'appello per potersi curare, la fine delle speranze. È successo tutto troppo presto, troppo in fretta, per la 41enne Maria Pelle, residente a Selvis di Remanzacco. Nella giornata di sabato era nata la pagina Facebook "Una speranza per Maria", allo scopo di cercare aiuto per curare una grave forma di tumore che aveva raggiunto le meningi. Tutte le strutture specialistiche contattate fino a quel momento – Aviano, Brescia, Dubai, Milano e una clinica in Germania – avevano risposto che non c'era più nulla da fare, ma il marito Vincenzo e le figlie Elena e Isabella – di 6 e 9 anni – non avevano intenzione di arrendersi. Volevano che arrivasse un miracolo, ma il tempo è stato implacabile e nella serata di domenica hanno dovuto dire addio alla loro cara. 

Il post di addio a Maria

Schermata 2019-11-11 alle 09.43.45-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Canta il coro gospel, più di 10 intossicati finiscono in ospedale

Torna su
UdineToday è in caricamento