Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Addio a Liliana Tonero, la donna che lanciava i garofani simbolo di libertà

Mancata ieri all'ospedale di Udine, ogni 25 aprile la Tonero gettava garofani rossi sul corteo che sfilava a Udine per la liberazione

 

Ogni 25 aprile, anniversario della liberazione d'Italia, si affacciava dalla sua finestra di via Poscolle a lanciare garofani sul corteo che sfilava per le vie del centro di Udine. Liliana Tonero è però mancata ieri pomeriggio all'età di 87 anni, all'ospedale Santa Maria della Misericordia, e la città non avrà più la sua "signora dei garofani", donati agli udinesi come segno di libertà. La Tonero ha compiuto questo gesto simbolico per oltre 40 anni, rendendo il lancio dei fiori rossi una tradizione immancabile e commovente per tutti gli udinesi. Ma se anche Udine ha perso un simbolo della festa della liberazione, la forza e la passione di Liliana rimarranno impressi nei cuori dei tanti che l'hanno conosciuta. A partire dall'Anpi sezione di Udine, che qualche anno fa ha ricevuto in dono decine di quadri che il marito della Tonero, il pittore e partigiano Guido Tavagnacco, aveva dipinto dedicandoli alla Resistenza. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento