Molesta una donna e palpeggia una minorenne in via Cividale, arrestato un uomo

Arrivata in Questura una doppia segnalazione da parte di due passanti. Immediato l'intervento della Polizia nel tardo pomeriggio di ieri

Stava camminando tra via Cividale e piazzale Oberdan quando è stata molestata da un uomo. Intimorita da quel passante che aveva allungato le mani, la ragazza 26enne è riuscita a raggiungere la propria auto. Poco dopo, una volta sentitasi al sicuro, ha chiamato la Polizia dall’interno del mezzo, chiedendo aiuto e denunciando il fatto. In breve tempo è quindi giunta la Squadra delle Volanti di Udine che qualche istante prima, era stata già pre allertata da un’altra ragazza, una minorenne di quindici anni, che aveva chiesto il loro intervento per un fatto del tutto analogo. Lo stesso individuo, infatti, si era avvicinato palpeggiando la quindicenne. Grazie alla descrizione delle due ragazze, l’uomo è stato identificato ed arrestato. Si tratta di un nigeriano 32enne senza fissa dimora.

Le due molestie

L’uomo, in un giardinetto cittadino, ha sorpreso alle spalle la 26enne quando era isolata, poco prima che salisse in auto. Trattenendola con forza, l’ha costretta a subire palpeggiamenti ai seni, fino a che la stessa non è riuscita a divincolarsi e fuggire, dando l’allarme col telefono. Gli agenti della “Volante” giunti sul posto repentinamente, subito hanno individuato il soggetto e, nel frattempo, sono venuti a conoscenza dalla Sala Operativa della Questura che poco prima lo stesso aveva molestato e tentato un approccio sessuale con altra ragazza questa volta 15enne, nelle immediate vicinanze: anche in questo caso la ragazza, immobilizzata con la forza, veniva costretta a subire lo stesso tipo di molestie. Raccolte le querele, dopo aver soccorso e tranquillizzato le giovani, lo straniero è stato arrestato ed associato alla locale casa circondariale.

Falcone

Sul caso è intervenuto Antonio Falcone, esercente e consigliere delegato al Commercio del Comune di Udine, che ha commentato l'accaduto con un post su Facebool. «Tutto ciò è inaccettabile; non riconosco più la mia città — ha scritto —. Questa è la conseguenza del eccessivo buonismo. Bisogna correre ai ripari. La sicurezza di Udine è sempre stato un punto di forza. Abbiamo l’obbligo d’intervenire in maniera massiccia affinché questi episodi rimangano solo dei brutti ricordi».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

Torna su
UdineToday è in caricamento