La vita di Mattia Del Zotto, da due anni isolato di fronte al computer

Il profilo che emerge in base al racconto degli inquirenti fa rabbrividire. Voleva sterminare la famiglia per «punire i soggetti impuri»

Il veleno sequestrato nella foto di MonzaToday

«Una personalità particolare» ha spiegato nel dettaglio la procuratrice di Monza, Luisa Zanetti, per descrivere Mattia Del Zotto, accusato dell’omicidio di tre familiari per avvelenamento e del tentato omicidio di altre cinque persone

Una vita da hikikomori

«Punire i soggetti impuri»

Il quadro che emerge su come il giovane si approcciava alla vita è inquietante. Viveva isolato da due anni, trascorrendo le sue giornate davanti al computer. Voleva l'arsenico per commettere i suoi delitti, ma ha ripiegato sul tallio per «punire i soggetti impuri» come ha detto ai carabinieri. «Non saprete mai perché l'ho fatto - ha aggiunto, secondo quanto riporta Repubblica.it - non voglio collaborare con la vostra istituzione o con altre istituzioni di questo Stato». «Non ho bisogno di altre persone che parlino al posto mio - ha sostenuto in relazione all’ipotesi di avvalersi di un legale -. Scegliete dall'elenco del telefono la persona che più vi aggrada».

La mail non cancellata

Del Zotto è stato incastrato da una mail conservata nelle bozze, che si era dimenticato di cancellare, e dai tabulati del suo cellulare, tracciato mentre andava di persona a ritirare il veleno mortale a Padova. A casa aveva raccontato di andare a un colloquio di lavoro. Due giorni prima però aveva inviato la mail al fornitore per sollecitare la consegna del tallio. Da giugno aveva cominciato a documentarsi per procurarsi dell'arsenico, contattando sei diverse ditte per comprarlo, ma tracciabilità dei pagamenti e richieste di spiegazioni dei fornitori lo hanno fatto virare verso un acquisto più semplice. Una spesa di 248 euro per sei confezioni, per realizzare il suo disegno criminale glien’è bastata una sola.  
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vigilanza in Borgo Stazione, in servizio la prima squadra della sicurezza

  • Cronaca

    Nuovo crollo a Palmanova, continua a franare il Patrimonio Unesco

  • Cronaca

    Fontanini: «L'Uti è morta», 77 vigili rientrano in Comune

  • Cronaca

    Pontebba: atti persecutori, arrestato un uomo

I più letti della settimana

  • La parabola di Marco Milano: "Mandi Mandi" è sul lastrico

  • Senza patente, ruba un'auto e va a schiantarsi contro una seconda vettura

  • Una vita da pusher minorenne nel sottopassaggio della stazione

  • Sequestro di un quintale di droga e 23 arresti, tutto è partito da Palmanova

  • In manette in Friuli un pusher della banda dell'eroina gialla

  • "Kabul House" chiusa, il gestore scrive al Questore: «Ha fatto bene»

Torna su
UdineToday è in caricamento