Marina Azzurra, il giudice annulla il sequestro

Tolti ieri pomeriggio i sigilli dal cantiere delle case galleggianti

Ieri pomeriggio, proprio allo scadere dell’inizio delle stagione, Il tribunale del riesame ha tolto i sigilli al Marina Azzurra Resort, complesso turistico composto da case galleggianti, che proprio a partire da oggi avrebbe dovuto aprire le sue porte ai primi turisti.
I carabinieri del Nas, lo scorso 15 maggio, avevano posto sotto sequestro il complesso turistico che si colloca lungo le sponde del Tagliamento, in località Riviera. Il provvedimento era stato emesso dal Gip del Tribunale di Udine, su richiesta della Procura, nell'ambito di un'indagine in cui erano stati contestati i reati di abuso di ufficio, falso ideologico e violazione di norme urbanistiche. I reati ipotizzati erano stati mossi nei confronti di alcuni dipendenti comunali dell’area Tecnica per via di permessi firmati per la realizzazione dei lavori.
Ieri la buona notizia con il Tribunale del riesame che ha accolto il ricorso della difesa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento