Marina Azzurra, il giudice annulla il sequestro

Tolti ieri pomeriggio i sigilli dal cantiere delle case galleggianti

Ieri pomeriggio, proprio allo scadere dell’inizio delle stagione, Il tribunale del riesame ha tolto i sigilli al Marina Azzurra Resort, complesso turistico composto da case galleggianti, che proprio a partire da oggi avrebbe dovuto aprire le sue porte ai primi turisti.
I carabinieri del Nas, lo scorso 15 maggio, avevano posto sotto sequestro il complesso turistico che si colloca lungo le sponde del Tagliamento, in località Riviera. Il provvedimento era stato emesso dal Gip del Tribunale di Udine, su richiesta della Procura, nell'ambito di un'indagine in cui erano stati contestati i reati di abuso di ufficio, falso ideologico e violazione di norme urbanistiche. I reati ipotizzati erano stati mossi nei confronti di alcuni dipendenti comunali dell’area Tecnica per via di permessi firmati per la realizzazione dei lavori.
Ieri la buona notizia con il Tribunale del riesame che ha accolto il ricorso della difesa.

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Le piscine a Udine e dintorni: dove andare per rinfrescarsi in acqua

  • Box doccia: tutti i rimedi e le soluzioni per pulirlo

  • Malga Montasio: tutto quello che c'è da sapere

I più letti della settimana

  • Sesso nudi in strada davanti a tutti in pieno giorno a Lignano, denunciati due giovani

  • Scossa di terremoto in Friuli

  • Anche due pizzerie udinesi nella classifica di 50 Top Pizza

  • Violenza sessuale su una bambina di 9 anni in un locale del Cividalese

  • Una mail ha distrutto le speranze di Gianpiero, "stadio del cancro troppo avanzato"

  • Mette in vendita la sua auto e si ritrova con 10mila euro in meno in tasca

Torna su
UdineToday è in caricamento