"Abolite la tesina? Io io vi parlo in friulano!". La studentessa sostiene in marilenghe il suo esame di maturità

Marianna Tonelli ha parlato in friulano per una parte dell'orale di maturità al fine di personalizzare gli esami dopo che la riforma ha tolto, oltre alla terza prova e al tema storico, anche la tesina degli studenti

Marianna Tonelli nel giorno del suo esame. Foto da Arlef

La riforma dell'esame di maturità abolisce la tesina e mancando così un elemento di personalizzazione, una studentessa del liceo artistico Sello di Udine decide di sostenere una parte dell'orale in friulano.

Il caso

La riforma delle scuola, arrivata come un fulmine a ciel sereno a febbraio, ha avuto come effetto principale quello di abolire il diritto/dovere degli studenti di elaborare l'ormai celebre tesina. Se per alcuni questo è stato motivo di sollievo, per altri ha rappresentato quasi un affronto all'autonomia di pensiero degli stessi studenti. Tra chi ha pensato a questa riforma come un'occasione persa c'è Marianna Tonelli, 19 anni compiuti ieri e maturanda al liceo artistico "Sello" di Udine nell'indirizzo di arte figurativa pittura e scultura. «Con la riforma non solo sono stati aboliti la terza prova e il tema storico, fatto molto grave, ma è saltata anche la possibilità di fare la tesina, spersonalizzando così l'esame e appianando le competenze di noi studenti». È a questo punto che Marianna, studentessa già nota a Udine per le sue campagne ambientali, trova un altro modo per potersi differenziare dagli altri.

Il friulano

Nata a Palmanova il 3 luglio 2000 e residente a Sevegliano, da quando è nata Marianna in famiglia parla il friulano. Forte di questa abitudine, è stato quasi immediato per lei proporre alla scuola di poter mettere in pratica questa sua competenza in occasione dell'esame. «Ho voluto fortemente trovare un modo per personalizzare la mia maturità, in un modo che fosse consentito dalla legge. Ho così pensato al friulano, che è una lingua minoritaria tutelata, rivolgendomi all'Arlef rispetto alla possibilità di sostenere l'esame orale in friulano». L'Agenzia regionale per la lingua friulana ha così contattato l'ufficio regionale dell'istruzione che, a sua volta, si è messo in contatto con il Ministero dell'Istruzione per capire se la cosa fosse fattibile.

L'esame

«Avevo inizialmente deciso di fare tutto esame in friulano, cosa che non mi è stata concessa perché in questo caso avrei dovuto anche frequentare tutte le lezioni in questa lingua. Quello che ho potuto fare è stato fare un approfondimento sulla mia esperienza di alternanza scuola/lavoro oltre che raccontare del mese e mezzo che ho trascorso in inghilterra come ragazza alla pari». 

Le reazioni

Tutti i commissari, i tre esterni e i tre esterni, più la presidente di commissione, sono rimasti incuriositi e contenti di questa scelta, sicuramente originale e consapevole, da parte di una studentessa di 19 anni. «Per ufficializzare il fatto è stata presente anche una traduttrice, anche se praticamente tutti i professori hanno dichiarato di comprendere quello che dicevo!». Da parte di Marianna, invece, c'è stata grande soddisfazione per come è andato l'intero esame di maturità, nonostante la diffidenza iniziale. «Pensavo che il fatto di dover pescare l'argomento dell'orale da una busta sarebbe stata una cavolata, invece devo ammettere che così facendo si mette molto alla prova la capacità di ogni singolo studente di creare collegamenti tra le varie materie. a me è toccato un estratto di un'opera di Marx». 

Il futuro

La prossima volta usciranno i risultati dell'esame, ma Marianna è già soddisfatta del suo percorso e scalpita all'idea di partire per la Francia, dove farà per alcuni mesi ancora la ragazza alla pari e porterà avanti il suo impegno per l'ambiente. «Quel che conta è ciò che ho imparato e non il voto con cui uscirò dalle superiori. La mia passione per le questioni ambientali rimane immutata, a prescindere dal luogo dove mi trovo, quindi quando sarò all'estero la porterò avanti cercando se possibile nuovi stimoli e idee».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento