Mangiano e bevono per 5mila euro e scappano senza pagare

Vittima della vicenda il "L'Autocentro" di via Lumignacco. Un caso analogo si verificò a "Le 3 Pietre" di Moimacco nel febbraio del 2015

Festa con cibo e bevande in gran quantità, con un limite di spesa elevatissimo per un banchetto. L’atteggiamento è comprensibile, perché poi non hanno versato nemmeno un euro dei 4.233 dovuti. L’episodio - in base a quanto raccontato sulle colonne del Messaggero Veneto - si è verificato ai primi di agosto all’Autoscontro, storico locale di via Lumignacco che ha visto alternarsi diverse gestioni nel corso degli ultimi anni. L’occasione era quella del compleanno della figlia minorenne del committente. Il titolare del locale, attivo sul posto da alcuni mesi, ha denunciato la vicenda ai carabinieri, nella speranza di avere quanto gli spetta. 

Un episodio analogo si verificò nel febbraio dello scorso anno, al ristorante “Le 3 Pietre” di Moimacco. Come accadde in quell’occasione anche in questo caso i protagonisti della vicenda sono stati dei rom, una settantina per l’esattezza. Al momento del pagamento della somma la classica scusa “passo domani”. A Moimacco il clamore mediatico fece in modo che nel giro di pochi giorni i responsabili della vicenda facessero ammenda e pagassero i debiti, seppur con un piccolo sconto. Speriamo che si concluda così anche questa vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

Torna su
UdineToday è in caricamento