Strade chiuse e allagamenti, Udine e Lignano le più colpite dalla pioggia

Il fenomeno sarà, secondo le previsioni del bollettino meteo della Protezione civile, in attenuazione dal pomeriggio

Cella temporalesca a Cargnacco (foto di Alessia Bertacche)

Allagamenti, strade chiuse e fiumi in piena. Il maltempo è tornato a farsi sentire in Friuli dopo una sola giornata di tregua. Piogge intense tra Lignano e Udine, con valori oltre i 25 millimetri in un'ora e cumulati totali fino a 80 millimetri in 6 ore a Lignano e rispettivamente 90 e 100 millimetri in 12 ore a Udine e Lignano. Nelle prime ore della mattina si è verificata una nevicata moderata su parte del Canal del Ferro e sulla Valcanale oltre i 400 metri. Attualmente la quota neve è superiore ai 1300-1500 metri.

Allagamenti

Segnalati episodi nei comuni di Terzo d’Aquileia, Trivignano, Palmanova, Carlino, Lignano, Tarvisio, Nimis, Tricesimo, Marano Lagunare, Santa Maria la Longa,  Visco, Campolongo Tapogliano, Osoppo, Bagnaria Arsa, Pavia di Udine, Lestizza, Tavagnacco, Ruda e Arta Terme in provincia di Udine, Grado, Ronchi dei Legionari, e Fogliano Redipuglia in quella di Gorizia. Al lavoro 125 volontari della Protezione civile in 50 comuni.

Le previsioni

La zona di convergenza associata a piogge intense tenderà, nel corso delle prossime 6/8 ore, ad attenuarsi gradualmente spostandosi probabilmente verso ovest. Sono attesi quindi ancora rovesci di pioggia, ma via via meno consistenti. Dal tardo pomeriggio le piogge saranno moderate e in ulteriore successiva attenuazione e la quota neve non subirà variazioni significative.

Fiumi e torrenti

Prosegue il servizio di piena sul fiume Tagliamento e sul Meduna. Gli scarichi degli invasi di Ravedis e Ponte Racli sul Meduna sono attualmente in diminuzione e con portata inferiore ai 150 metri cubi al secondo. Alle 12 il livello del fiume Meduna all’idrometro di Pordenone Noncello ha raggiunto un valore misurato di 7,16 metri superiore al valore di secondo presidio posto a 7 metri.

Strade chiuse

Chiusa al traffico SR 465 “della forcella Lavardet e valle San Canciano” dal km 46+300 al km 46+500 in comune di Cercivento per frana in atto si sta predisponendo per la riapertura presumibilmente in mattinata;

chiusa al traffico la SR UD 24 “della Val Pontaiba” al km 3+650 tra Treppo e Ligosullo per dissesto;

chiusa al traffico SR PN 63 “di Pala Barzana” in comune di Andreis per dissesto;

chiusa la SR PN 25 “di Tamai” nei pressi del rio Tamai per esondazione;

aperta ma monitorata la SR PN 49 “di Prata” presso Prata di Sopra per esondazione del Meduna.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento