Litiga con la ex fidanzata "per gelosia" e viene condannato a più di un anno

Un giovane di 25 anni era imputato per i reati di violenza privata, rapina e lesioni. La ragazza lamentava che le fosse stato strappato il cellulare di mano e di aver subito un graffio

Litiga con l'ex fidanzata e le strappa di mano il cellulare. Un giovane di nazionalità albanese, 25enne residente in città, è stato condannato per questo gesto a un anno, 4 mesi e 10 giorni di reclusione e 300 euro di multa. La pena è sospesa con la condizionale. I reati contestati erano quelli di violenza privata, rapina e lesioni. La sentenza è stata pronunciata ieri dal gup del tribunale di Udine Emanuele Lazzaro. I fatti risalgono al marzo del 2014.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’EPISODIO. I due giovani si erano incontrati quando la ragazza usciva da un bar dove era in compagnia di amici. Il giovane l'aveva seguita per chiarire la loro situazione sentimentale, ma di fronte al diniego di lei la situazione era presto degenerata. Secondo il racconto della ragazza, quando lei aveva preso in mano il cellulare per chiamare la Polizia lui l'avrebbe minacciata e, strappandole il telefono, le avrebbe provocato anche un graffio alla mano. Per la difesa del giovane, che ha ricondotto il caso a una lite tra ex fidanzati per motivi di gelosia, sarebbe mancato il dolo. Il ragazzo, convinto ci fosse un altro fra loro due, le avrebbe preso il telefono per investigare nell'attività di sms e telefonate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

Torna su
UdineToday è in caricamento