Insulti al campo di Remanzacco, parla il presidente: "Tutti hanno torto, ci vuole maggiore responsabilità"

L'appello di Simone De Rosa, numero uno dell'Aurora, che censura quanto accaduto sul terreno di gioco della società rossoblù e chiede più educazione

"E' una situazione in cui tutti hanno avuto torto e nessuno ragione, una cosa brutta che è successa e cerchiamo di guardare avanti. Quello che possiamo imparare però da episodi simili è che ci si deve comportare in maniera diversa, con maggiore responsabilità. Tutti quanti dobbiamo imparare da fatti del genere". Ha le idee chiare Simone De Rosa, presidente dell'Aurora Remanzacco, sul diverbio verificatosi ieri al campo della formazione rossoblù, con la moglie del guardalinee della squadra ospite che, sentendosi offesa e minacciata, dopo che si era innescata una discussione accesa, ha allertato i carabinieri

Le attività

Il patron rossoblù, assieme alla dirigenza, ha da tempo iniziato un percorso di educazione dei ragazzi del settore giovanile: "Siamo attivi in questo senso con diverse prese di posizione. Agli allenamenti presenziano solo i ragazzi, ho chiesto appositamente che i genitori non partecipino. Non per escluderli, visto che alle partite vengono, ma per fare in modo che tutti facciano la loro parte e che tutti siano più responsabili. Facciamo sacrifici per mandare avanti tutto, ed episodi del genere non fanno bene a nessuno. Più di qualcuno - e non mi riferisco solo a quanto accaduto in casa nostra - farebbe bene a comprarsi un sacco e prenderlo a pugni a casa sua per sfogarsi, non aspettare di farlo in luoghi dove deve prevalere tutt'altro spirito".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento