Italianiacasa, aiuti concreti per le persone più fragili

Basta una telefonata e una rete di volontari offre assistenza gratuita a domicilio agli anziani over 65 e ai soggetti più a rischio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

A dimostrazione dell’impegno costante della Regione Friuli Venezia Giulia nel sociale, attraverso iniziative benefiche portate avanti da privati, aziende e associazioni vi è il successo di ITALIANIaCASA la rete di solidarietà rivolta agli anziani e alle persone più vulnerabili in caso di contagio da Coronavirus che in due sole settimane di operatività ha segnato una crescita esponenziale passando dai soli 5 volontari iniziali agli attuali 160 con oltre un centinaio di interventi solidali all’attivo. Ma come funziona? semplice, per usufruire del servizio basta telefonare al numero 04321638251 per la zona di Udine e 04341697386 per la zona di Pordenone e Trieste. Il successo dell’iniziativa dimostra come, anche nell’era del contagio, il volontariato non si ferma. “Sono numerosissime infatti le richieste di adesione al gruppo di volontari che riceviamo ogni giorno da parte dei cittadini, non solo da persone già attive nel sociale ma anche da parte di giovani studenti o lavoratori in smart working, disposti a mettere a disposizione del prossimo il proprio tempo libero” scrive Filippo Veronese, uno degli ideatori del gruppo e vicepresidente del gruppo giovani di Confindustra che ha patrocinato l’iniziativa insieme ad altre aziende private.

“Tutti i volontari – continua Veronese – sono accomunati dallo stesso obiettivo, cioè aiutare le persone anziane o in condizioni patologiche severe effettuando per loro conto l’acquisto di generi di prima necessità come viveri e farmaci, consentendogli di ridurre i rischi per la propria salute preservando – per quanto possibile – la propria routine quotidiana”. Grazie al supporto dell’ampia schiera di volontari, il gruppo riesce a soddisfare tutte le numerose richieste che riceve ogni giorno dai privati o dalle stesse farmacie, alla quali il gruppo ha offerto la propria disponibilità ad effettuare le consegne così da permettere a medici e farmacisti di raggiungere i propri pazienti/clienti più a rischio in tutta sicurezza. Numerosissime sono le testimonianze delle persone che i volontari sono riusciti ad aiutare, dal malato grave necessitante di medicinali per proseguire la terapia, agli anziani, molto spesso soli e impossibilitati per via del rischio di contagio o per ragioni mediche a provvedere ai propri bisogni quotidiani.

“Il successo che sta riscuotendo l’iniziativa - grazie al passaparola e all’ausilio dei media - ci ha fatto capire come i servizi di consegna domiciliare siano essenziali per gli anziani, per i quali attività comuni come raggiungere la farmacia o andare al supermercato per fare la spesa sia una piccola sfida. Si tratta di persone spesso prive di una rete familiare che possa aiutarli e non avvezze all’uso del computer. Persone che cercano qualcuno su cui contare. Spesso infatti i richiedenti mantengono il numero di telefono del volontario mandato la prima volta e con cui si sono trovati bene, per poterlo contattare direttamente”.

L’obiettivo del gruppo è quello di estendere il servizio in tutta la Ragione, dopo aver già raggiunto i comuni limitrofi della città e Pordenone, in questi giorni i coordinatori stanno lavorando incessantemente per completarne l’attivazione nella città di Trieste. “E’ sorprendente il grande entusiasmo manifestato da subito dalle persone, associazioni e aziende coinvolte nel progetto che hanno messo la propria competenza e il proprio tempo libero a servizio della collettività. A tal proposito vorrei ringraziare chi ha già offerto il suo prezioso aiuto, a nome del gruppo ma anche di tutte quelle persone che sino ad oggi siamo stati in grado di aiutare. Voi non potete saperlo ma spesso, dopo un intervento, riceviamo le telefonate delle persone che avete aiutato, commosse dalla vostra generosità. Il gran numero di richieste che riceviamo ogni giorno ci ha fatto capire che questo servizio è indispensabile, oggi più che mai e, per questo motivo, voglio lanciare un appello a tutti coloro che hanno del tempo libero e sono interessati a darci una mano, specialmente per la zona di Trieste che è in via di attivazione.

Chi volesse usufruire di questa iniziativa, quindi, può trovare tutte le informazioni ed i contatti al seguente indirizzo internet: www.italianiacasa.com, mentre per diventare volontari, basta scrivere una mail all’indirizzo udineacasa@gmail.com Il contattato telefonico è disponibile tutti i giorni, dalle 8 alle 20, per ora fino al 3 aprile.

Torna su
UdineToday è in caricamento