"Il Comune è sprovvisto di autovelox. Solo una multa ogni 2 giorni"

A sollevare nuovamente la questione è Adriano Ioan, capogruppo del Pdl in Consiglio comunale. "Com'è possibile fare prevenzione senza gli strumenti necessari? Fra le postazioni di controllo manca l'incrocio di via Gonars"

"Nessun autovelox: il Comune di Udine ne è sprovvisto. Ha in dotazione soltanto 1 telelaser comprato di recente, nel 2011, dopo che il telelaser risalente al ’98 si era guastato fra il 2010 e il 2011, determinando una flessione notevole di controlli e, conseguentemente, di sanzioni inflitte. La media, osservando gli ultimi anni, di appena 1 multa ogni 2 giorni suona alquanto ridicola".

Adriano Ioan, capogruppo del Pdl in Consiglio comunale, torna sulla vicenda autovelox. "Molti si lamentano dell'eccesso di velocità delle auto e le sanzioni sono così scarse? Se il Comune di Udine pensa di fare prevenzione senza autovelox, solo con 1 telelaser che dovrebbe ‘bastare’ per monitorare i vari punti pericolosi della città, credo che siamo molto lontani dal concetto primario di deterrenza e punizione”.

La reazione del politico segue alla risposta alla sua richiesta di accesso agli atti per conoscere la realtà sugli autovelox (quanti sono, dove sono collocati, quante sanzioni comminate, profilo dei conducenti multati, etc).

Il primo telelaser – rende noto Ioan sulla base della risposta fornita dagli uffici di Palazzo D’Aronco – ha iniziato a fare le bizze  a causa di vari guasti, decretando il crollo nei controlli (dai 549 del 2009 ai 55 del 2010, per riprendere un po’ nel 2011 con 23 grazie alla rottamazione del vecchio e all’acquisto del nuovo apparecchio); 604 i controlli l’anno scorso e 303 da gennaio ad agosto di quest’anno. Deludente il numero delle sanzioni rilevate a causa del superamento dei limiti di velocità (articolo 142 del Codice della Strada): molto meno di 1 al giorno! Se si escludono gli anni che coincidono con i guasti dello strumento (2010 appena 26 sanzioni e 99 nel 2011), il quadro non migliora neppure per le altre annate: 99 nel 2011, 285 nel 2012 e 184 da gennaio a fine luglio di quest’anno. “Ora, dubito che a Udine gli automobilisti individuati per eccesso di velocità siano così numericamente scarsi – commenta Ioan -, evidentemente o ci sono troppi pochi vigili sulle strade, o 1 solo telelaser risulta insufficiente per realizzare un’autentica prevenzione”.

Risulta anche alquanto inspiegabile – prosegue Ioan – che nell’elenco delle postazioni di controllo non ci sia il pericolosissimo incrocio di via Gonars, visto l’alto tasso di incidentalità. Assai contenuti i ricorsi presentati al giudice di pace (10 nel 2008 di cui 8 respinti e 2 accolti; 24 nel 2009 di cui 21 respinti e 3 accolti; 5 nel 2010 di cui 4 respinti e 1 accolto; 3 nel 2011 di cui 2 accolti; 3 nel 2012 di cui 1 accolto; nel 2013 1 solo presentato e in attesa di definizione; mentre il dato richiesto sui ricorsi presentati al Prefetto non era disponibile, “se non con specifica richiesta d’archivio”, precisa nella risposta il Comune, ad ogni caso risulta una percentuale limitatissima. Ioan non si dichiara soddisfatto anche perchè non ha ottenuto delucidazioni a tutte le richieste formulate, pertanto le risposte risultano parziali e insufficienti. “Nessuna risposta, ad esempio, ottenuta in merito al monitoraggio della perdita dei punti della patente, della residenza dei multati, di sesso ed età dei conducenti”,  in quanto non desumibili attraverso i programmi informatici del Comune, si legge. “Avevo domandato anche di sapere se esistono delle relazioni o dei report redatti dai vigili in merito all’efficacia di simili azioni sia in termini preventivi sia punitivi, ma non ho ottenuto una risposta specifica, come pure non ho ottenuto una risposta certa alla mia richiesta di conoscere se altri sistemi elettronici fissi di rilevamento della velocità possano essere installati. Genericamente è stato scritto che il posizionamento di questi altri dispositivi rientra nelle possibilità dell’amministrazione, anche in funzione della sostenibilità economica di tale scelta”.
  
L'ELENCO DELLE POSTAZIONI DI CONTROLLO: – via Baldasseria Bassa /Carlini; Bariglaria n.266 – direzione Beivars; piazzale scuole (direzione Godia); n.152 (direzione Cividale); via Buttrio/Prasingel e dopo la rotatoria con via Laipacco; viale Cadore 21; via Cividale n.385 (ingresso ex caserma Cavarzerani); via Cotonificio/Pavia, via Emilia tra civici 61 e 67; via Feletto/Majano; viale Forze Armate (ingresso secondario Despar);viale Ledra/XXVI Luglio; via Liguria n.90/A; via Lombardia/Lodi; via Lumignacco/San Pietro; via Lumignacco/Terenzano; via Marsala fronte n.141; via Martignacco n.327/329; viale Mons. Nogara (istituto Stringher); viale Mons. Nogara/Muris; viale Palmanova fronte civ. 279; via Pisolini (fermata bus park nord stadio); via Pozzuolo n.90; via Pradamano/Gallo civici 86-84; via Pradamano rotonda via Buttrio; viale San Daniele/Ampezzo; via Sondrio 6; viale Tavagnacco 30; viale Trieste n.54; viale Venezia n.419.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento