Tre pacchetti di sigarette al giorno a 84 anni, allarme intossicazione

Un anziano di Gemona è stato condotto in ospedale, ma a parte qualche valore anomalo le sue condizioni di salute sono buone

Troppe sigarette, si parla di tre pacchetti al giorno, che agli occhi delle persone che lo incontrano al centro anziani fanno addirittura pensare a un’intossicazione da monossido di carbonio, il gas killer che recentemente a Dignano ha mietuto due vittime.

La visita in ospedale

 La vicenda ha coinvolto un 84enne di Gemona del Friuli, visitato nel pomeriggio di ieri all’ospedale della cittadina pedemontana. L’allarmismo creatosi ha fatto in modo che venisse visitata anche la sua badante, ma in entrambi i casi - a parte qualche valore anomalo per l’anziano, ma visto l’abuso di “bionde” era prevedibile - i soggetti sono stati dimessi subito

Casa impregnata di fumo

Il sopralluogo svolto dalle forze dell'ordine nell'abitazione - Vigili del fuoco e Carabinieri della Compagnia di Tolmezzo, comandata dal capitano Diego Tanzi - ha subito escluso la presenza del monossido. Ed ha escluso anche il malfunzionamento di stufe o cucine a gas. I sospetti, visto anche il forte odore stantio di sigaretta, si sono quindi subito indirizzati - a ragione - sulla passione per il fumo del padrone di casa
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta da un’acquasantiera, muore a 7 anni

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento