Centro per le famiglie al quartiere Aurora, intervengono le opposizioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Apprezziamo lo sforzo da parte dell’amministrazione comunale e dell’Azienda sanitaria 4 Friuli Centrale e del Distretto sanitario udinese nel prodigarsi per riattivare il servizio ambulatoriale pediatrico chiuso nell’estate del 2014 e il nuovo ambulatorio mamma-bambino in via Zilli nel quartiere Di Giusto.

Anche noi nel marzo del 2015 con un’interrogazione avevamo sollevato il problema, affinché il Sindaco Honsell e l’assessore alla salute Simona Liguori intervenissero celermente per colmare quel vuoto venutosi a create dopo il trasferimento dell’unico pediatra che serviva l’intero quartiere.

Peccato che a fronte di una popolazione totale di circa 15 mila abitanti, di cui 7 mila sono le famiglie residenti e circa 2 mila sono gli stranieri censiti nel 2015 nella 3^ Circoscrizione Laipacco-San Gottardo, ci aspettavamo un qualcosina in più. Anche perché, entrambi gli ambulatori resteranno aperti un solo giorno la settimana e per solo 2 ore, e considerato il consistente numero di residenti, ci sembra molto poco.

Nonostante tutto, importante è che sia di nuovo funzionante, certo dopo quasi due anni passati senza quell’importante servizio un piccolo sollievo lo porta, a maggior ragione giacché viene in aiuto non solo agli stranieri, ma anche a molti udinesi in difficoltà economica.

Per questo, riteniamo e nello stesso tempo auspichiamo che nel prossimo futuro, facendo ancora più leva nei confronti dell’Ass4 e dimostrando l’importanza e la validità del servizio, si possa ancor più potenziare sia l’apertura in altri giorni della settimana sia estendendo a più ore, magari nei pomeriggi, l’orario per le visite.

Torna su
UdineToday è in caricamento