«Al campo ci urlavano di tornare in Jugoslavia: sono schifato»

Dura reazione da parte del presidente del Kras, squadra dell'altipiano carsico, nei confronti di quanto accaduto domenica pomeriggio sul campo di Flaibano. Secondo il dirigente biancorosso tra i fomentatori del clima di ostilità ci sarebbero stati anche dirigenti della società locale

Il presidente del Kras

«Schifato dal comportamento del Flaibano Calcio». Non usa mezzi termini Goran Kocman,  presidente del Kras Repen - società dell’altipiano carsico, zona notoriamente slavofona -, per descrivere quanto accaduto domenica pomeriggio sul campo del paese friulano. Nei confronti della compagine ospite sarebbero stati rivolti insulti legati alla provenienza territoriale, sia da parte del pubblico di casa che da parte di alcuni dirigenti. La notizia è stata diffusa dalla pagina di “A tutto campo”, il programma che Massimo Radina dedica al calcio dilettanti su Telefriuli. «Nel 2015 ci invitano ancora a tornare in Jugoslavia - rimarca Kocman-, non posso più accettare questi comportamenti sui campi del Friuli». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento