Incidente mortale di Bivio Paradiso, la vittima è la 22enne Gaia Vecchiato

Oltre alla giovane, originaria di Castions di Strada, sono rimasti feriti in modo grave altri due occupanti della vettura

La Renault Clio dopo lo spaventoso incidente

E' la 22enne Gaia Vecchiato la vittima dell'incidente stradale che si è verificato stamattina verso le 6 e 15 all'altezza di Bivio Paradiso, lungo la strada regionale 353, nel territorio del comune di Castions di Strada. La giovane era originaria proprio del paese della Bassa Friulana. 

I fatti

Per cause al vaglio delle forze dell’ordine - sul posto i carabinieri del Norm di Latisana - una Renault Clio di colore grigio a bordo della quale viaggiavano Gaia (seduta al posto del passeggero davanti) e altri quattro ragazzi al rientro da una serata trascorsa a Lignano è finita in un fossato a bordo carreggiata. Prima la vettura aveva colpito la spalletta di contenimento del terrapieno e poi colpito un palo della Telecom.

Due feriti gravi

Altri due occupanti del mezzo sono stati trasportati in elicottero all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine in gravi condizioni. Le altre due persone coinvolte si trovano invece al Pronto soccorso dell'ospedale civile di Palmanova. Sul posto hanno operato a lungo i vigili del fuoco di Udine e del distaccamento di Cervignano.

455706641_374950-2

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Le piscine a Udine e dintorni: dove andare per rinfrescarsi in acqua

  • Box doccia: tutti i rimedi e le soluzioni per pulirlo

  • Malga Montasio: tutto quello che c'è da sapere

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in Friuli

  • Violenza sessuale su una bambina di 9 anni in un locale del Cividalese

  • Scossa di terremoto in Carnia, la terra trema ancora una volta

  • Mette in vendita la sua auto e si ritrova con 10mila euro in meno in tasca

  • Rubano 3mila euro di birra e cibo alla sagra e si bevono quasi tutto, denunciati

  • Auto a ruote all'aria per un brutto incidente

Torna su
UdineToday è in caricamento