Esplosione alla stazione di Belluno: friulani due dei tre operai feriti

Uno è di Tarvisio, il secondo un pordenonese. Entrambi i colleghi sono stati trasportati al centro grandi ustionati di Padova

Secondo le prime ricostruzioni, uno scoppio nel vano motore di un macchinario con gru, utilizzato per la manutenzione dei binari, sarebbe all'origine dell'incidente verificatosi poco dopo le 16 di oggi, 24 settembre, a un centinaio di metri dalla stazione dei treni di Belluno. 

A causa della deflagrazione sarebbero rimasti feriti e ustionati tre operai che si trovavano vicino al mezzo che doveva essere svuotato del suo carburante. Il più grave è stato elitrasportato al centro grandi ustioni dell'ospedale di Padova. Sempre nella stessa struttura è stato trasportato in ambulanza anche una seconda vittima. Il terzo, invece, è stato ricoverato dierettamente nell'ospedale di Belluno. I primi due sono nostri corregionali: uno di Tarvisio, il secondo della Destra Tagliamento. 

E' probabile che a scatenare l'esplosione possa essere stata una fiamma ossidrica venuta a contatto con i vapori del combustibile. Sul posto sono intervenuti i pompieri e i carabinieri, oltre a numerose ambulanze. La circolazione dei treni è stata fermata per più di un'ora per consentire i soccorsi e gli accertamenti sulle cause dell'incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

Torna su
UdineToday è in caricamento