Esplosione alla stazione di Belluno: friulani due dei tre operai feriti

Uno è di Tarvisio, il secondo un pordenonese. Entrambi i colleghi sono stati trasportati al centro grandi ustionati di Padova

Secondo le prime ricostruzioni, uno scoppio nel vano motore di un macchinario con gru, utilizzato per la manutenzione dei binari, sarebbe all'origine dell'incidente verificatosi poco dopo le 16 di oggi, 24 settembre, a un centinaio di metri dalla stazione dei treni di Belluno. 

A causa della deflagrazione sarebbero rimasti feriti e ustionati tre operai che si trovavano vicino al mezzo che doveva essere svuotato del suo carburante. Il più grave è stato elitrasportato al centro grandi ustioni dell'ospedale di Padova. Sempre nella stessa struttura è stato trasportato in ambulanza anche una seconda vittima. Il terzo, invece, è stato ricoverato dierettamente nell'ospedale di Belluno. I primi due sono nostri corregionali: uno di Tarvisio, il secondo della Destra Tagliamento. 

E' probabile che a scatenare l'esplosione possa essere stata una fiamma ossidrica venuta a contatto con i vapori del combustibile. Sul posto sono intervenuti i pompieri e i carabinieri, oltre a numerose ambulanze. La circolazione dei treni è stata fermata per più di un'ora per consentire i soccorsi e gli accertamenti sulle cause dell'incidente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali patenti servono per guidare le macchine agricole?

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • I migliori ristoranti dove mangiare pesce a Udine secondo TripAdvisor

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

  • Scontro in A4, 23enne udinese incastrato nell'abitacolo di un'auto

  • A Lignano si elegge Mister Italia, in gara anche quattro friulani

Torna su
UdineToday è in caricamento