Incidente aereo di Camino, indagate 7 persone per omicidio colposo

Si tratta di un atto dovuto per consentire a tutti i soggetti potenzialmente coinvolti nella vicenda di nominare i propri consulenti per assistere all'autopsia e alla perizia cinematica che la Procura intende disporre

La Procura della Repubblica di Udine ha iscritto sette persone nel registro degli indagati nel fascicolo aperto sull'incidente dell'ultraleggero precipitato nel pomeriggio di sabato a Pieve di Rosa, nelle campagne di Camino, costato la vita alla madre del pilota. 

La donna - la 72enne Paola D’Aloisio, di Morsano al Tagliamento - era salita a bordo del Tecnam insieme al figlio - Piero Giovanni Gnesutta -, esperto pilota e militare, rimasto ferito nello schianto. L'ipotesi contestata a tutti, allo stato, è quella dell’omicidio colposo. Si tratta di un atto dovuto per consentire a tutti i soggetti potenzialmente coinvolti nella vicenda di nominare i propri consulenti per assistere all'autopsia e alla perizia cinematica che la Procura intende disporre. 

La notifica degli avvisi di garanzia è in corso in queste ore. Venerdì saranno assegnati gli incarichi per dare poi subito corso agli accertamenti del caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento