Festa domani per il Comitato Pendolari Alto Friuli, riapre la Sacile-Maniago

Le intricate vicende che hanno contribuito alla rimessa in funzione del tratto ferroviario saranno raccontate in un libro che sarà pubblicato nel 2018

Lo storico treno pedemontano

Un traguardo importante che ha alle spalle cinque anni di tappe per culminare domani con la riapertura della tratta ferroviaria Sacile- Maniago.

Il Comitato Pendolari Alto Friuli festeggia il "goal" ripercorrendo i momenti salienti del percorso che inizia 6 luglio 2012 con la sospensione del servizio ferroviario al seguito di uno smottamento nel comune di Meduno che aveva provocato lo svio del treno.

svio-2

Le tappe

Con la staffetta "Treni-Taglia ridacci il nostro treno" si avvia la prima  mobilitazione popolare sul Territorio: uno striscione viene infatti affisso in ogni sede Municipale per sensibilizzare la riapertura della ferrovia. Nel corso della Staffetta si svolgono tre manifestazioni rispettivamente a Gemona (04.11.2012), Cavasso Nuovo (26.11.2012) e Sacile (07.12.2012) con la partecipazione degli Amministratori Locali, politici regionali, Associazioni e degli studenti del polo scolastico di Sacile.

Più tardi grazie all'intervento del Consigliere Comunale con delega alla mobilità di Gemona, Andrea Palese, nonché portavoce del Comitato Pendolari Alto Friuli, grazie ad una lettera scritta all’Assessore regionale alla mobilità, Mariagrazia Santoro e a tutti i Sindaci si ipotizza un utilizzo turistico della ferrovia nell'ambito del progetto "Binari senza tempo" curato dalla Fondazione FS.

01 STAFFETTA GEMONA-2

L'impegno verrà ufficializzato nel novembre 2016 con un investimento di 17 milioni di  euro per l’adeguamento infrastrutturale della ferrovia e la votazione all'unanimità del Consiglio Regionale del riconoscimento della valenza turistica della Gemona-Sacile.

L'annuncio

Nel luglio di quest'anno RFI, Fondazione FS e Regione FVG annunciano la riattivazione dei servizi commerciali sulla tratta Maniago-Sacile entro dicembre 2017, l’avvio di un servizio turistico su tutta la linea a cura della Fondazione Fs entro la primavera 2018 e la riapertura dell’intera linea sino a Gemona al trasporto passeggeri da dicembre 2018. Contemporaneamente il Parlamento approva la legge che istituisce le ferrovie turistiche. Tra queste anche la Gemona-Sacile inserita tra le 18 ferrovie di interesse nazionale.

Dopo il concorso d'idee dedicato alle scuole del Friuli Venezia Giulia "Un logo per la Pedemontana", che ha dato l'idea per la realizzazione di un brand ad hoc per la ferrovia domani finalmente il trno tornerà a fischiare sul tratto Sacile-Maniago.

Le intricate vicende di questo pezzo di storia della regione saranno raccontate anche all'iinterno di un libro a cura di Romano Vecchiet, storico ferroviario e Andrea Palese, amministratore e portavoce del Comitato Pendolari Alto Friuli. Introduzione a cura di Luigi Cantamessa, Direttore Fondazione FS.

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • È friulano il migliore giovane neurologo d'Europa

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Da lunedì chiusa un'uscita autostradale per cinque mesi

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

  • Ecco chi sono i rapinatori: quattro uomini con base a Passons

Torna su
UdineToday è in caricamento