Immigrazione clandestina: scarcerato il presunto boss di un'organizzazione

L'uomo era stato arrestato il 19 dicembre scorso in Spagna. Potrebbe essere già stato giudicato all'estero per gli stessi fatti, per i quali andrà a processo in Italia il 17 gennaio

E' stato scarcerato ieri Ahmed Saijad, il cittadino pakistano residente a Bratislava, arrestato il 19 dicembre scorso in Spagna, sospettato di essere il ''master'', il numero due di un'organizzazione dedita al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina di cittadini indiani e pakistani.

Lo ha rimesso in libertà il Gip del tribunale di Udine, accogliendo l'istanza di revoca della misura presentata dagli avvocati Massimo Borgobello e Katia Crosilla, che avevano ipotizzato un errore di persona, chiedendo di effettuare con urgenza degli esami antropometrici.

Nel disporre la scarcerazione, il Gip ha rilevato anche che Saijad potrebbe essere già stato giudicato all'estero per gli stessi fatti per cui dovrebbe andare a processo il 17 gennaio in Italia, tutti fatti risalenti al 2007-2008.
(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

Torna su
UdineToday è in caricamento