I numeri della prevenzione: positivo il bilancio 2017 all'assemblea dei soci Lilt

53 conferenze per un totale di quasi 5 mila presenze

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Più che i dati del bilancio contabile, quelli che contano sono i numeri della prevenzione. Lo ha affermato Giorgio Arpino, presidente della LILT – sezione provinciale di Udine Onlus, nel corso dell'Assemblea dei soci svoltasi mercoledì 18 aprile nella sede di via Francesco da Manzano a Udine. In apertura dei lavori, sono stati ricordati il Vicepresidente Piergiorgio Passone e il Presidente onorario Eddi Rota: ad essi sono stati intitolati due locali del centro medico di prevenzione e ascolto “Nella Arteni”. Costante è stata la presenza della Lega italiana alla lotta contro i tumori di Udine sul territorio, nel diffondere – “con scienza e coscienza” ha sottolineato Arpino – l’importanza della prevenzione oncologica, attraverso l’organizzazione di svariati incontri di educazione sanitaria - sempre nel segno della promozione del Codice europeo contro il cancro – per un totale di 3066 presenze, 25 relatori e 270 ore donate. Oltre agli appuntamenti di “Cultura e salute” organizzati in collaborazione con Miscellanea e a quelli in sinergia con l’Università della terza età di Rivignano, fondamentale è stato l’impegno dei volontari del progetto “gruppo scuola” coordinato dal dott. Pierpaolo Janes, che porta l’educazione alla prevenzione all’interno delle aule scolastiche e che, lo scorso anno, ha incontrato 1.700 studenti di 91 classi di 5 istituti, in un totale di 23 conferenze. Educare alla prevenzione, ridurre la mortalità e migliorare la qualità della vita del malato oncologico, sono gli obiettivi della prevenzione secondaria che si basa soprattutto sugli interventi di screening, le indagini diagnostiche generalizzate. Sono state 914 le visite gratuite totali - 191 visite senologiche, 481 per la prevenzione dei tumori pelle-melanomi, 78 della prostata, 100 del cavo orale, 64 del colon-retto - effettuate da medici professionisti volontari nel centro “Nella Arteni”, coordinati dal dott. Libero Grassi e dalla dott.ssa Luisa Simoncini, con un impegno di 250 ore offerte. Ancora, la Lilt si impegna nella prevenzione terziaria, che si fa carico delle problematiche che insorgono durante il percorso di vita di chi ha sviluppato un tumore, attraverso pratiche quali la guida ai diritti della persona ammalata – il punto informazione Lilt è posizionato logisticamente vicino agli ambulatori oncologici (pad. 8), “Locali follow up oncologia” -, la contribuzione ai non abbienti per l’acquisto di protesi oncologiche – la sezione udinese ha contribuito all’acquisto di 53 protesi, per un totale di 7.545,35 euro -, la riabilitazione fisica e l’assistenza psiconcologica – le dott.sse Angelica Brinis, Eva Pascoli e Sabina Venuti, hanno svolto 1742 colloqui in 2100 ore di servizio -, il reinserimento sociale e occupazionale del malato oncologico. Presso il centro “Nella Arteni”, la Lilt propone numerosi altri servizi, pensati ad hoc per ogni esigenza. In collaborazione con il Dipartimento di oncologia, la Lilt offre, con le operatrici Parussini e Moueget – che hanno totalizzato 175 ore gratuite di servizio - anche delle sedute di Shiatsu, tecnica corporea che fonda le sue radici nella tradizione orientale, che ha lo scopo di stimolare mediante opportune pressioni, una migliore circolazione dell’energia vitale, l’allentamento delle tensioni e dello stress con conseguente aumento della sensazione di benessere psico–fisico. La musicoterapia è invece l’uso professionale della musica per prevenire, mantenere e migliorare salute e benessere fisico, emotivo, intellettuale, spirituale e comunicativo per ottimizzare la qualità di vita. La dott.ssa Luisa Simoncini, oltre ad aver tenuto due conferenze sul tema “Musicoterapia in oncologia”, ha anche seguito 8 persone in 24 ore donate. Con Barbara Tiengo e Luciana Compassi, sono state 120 le ore regalate per la pratica Cranio sacrale biodinamico, tecnica delicata e non invasiva che permette il beneficio psico-fisico generale, attraverso l'allentamento delle tensioni e dello stress, promuovendo un profondo rilassamento. Grande rilevanza hanno inoltre la ricerca oncologica e il progetto di Marketing sanitario svolto in collaborazione con il CRO, il centro di riferimento oncologico di Aviano. La Lilt, anche nel 2017 ha dato seguito alle campagne annuali, quali Nastro rosa e la Settimana nazionale della prevenzione con la vendita dell’olio, e ai molteplici eventi quali la Staffetta Lilt, le Giornate dell’alimentazione consapevole, la Notte bianca della prevenzione, il Peperoncino day, la partecipazione alla Barcolana di Trieste e molti altri. “La scienza ci insegna che guarire si può, ma ci dice anche che fare prevenzione è un dovere” sostiene il presidente Giorgio Arpino. Per maggiori informazioni: tel. 0432 481802, e-mail: liltudine@gmail.com

Torna su
UdineToday è in caricamento