Odissea Gls, oltre due ore per il ritiro di un pacco

Giorni infernali per lavoratori (e clienti) GLS della sede di Viale Palmanova, alle prese con 6mila consegne al giorno tra ritardi e ritiri. Tra le cause del boom gli acquisti online

La sede GLS presa d'assalto la mattina del 23 dicembre

E' stato un vero e proprio inferno la mattinata di oggi per coloro che invece che da babbo natale, il pacco lo aspettavano alla sede GLS di Viale Palmanova intasata di richeste, lavoro e con oltre 70 persone in attesa nella piccola sala della reception.

L'odissea delle consegne

Pacchi non consegnati, non trovati, in viaggio per chissà dove e clienti decisamente seccati per i lunghi tempi di attesa e dall'impossibilità di contattare gli spedizionieri telefonicamente.

iii-3

C'è chi è arrivato con mezz'ora di anticipo sull'orario di apertura per accaparrarsi un posto tra i primi per ricevere il proprio pacco, e chi pur essendo arrivato presto dopo oltre due ore di attesa si è sentito dire che il pacco semplicemente non c'era.

Il boom dell'online

Una situazione resa complicata dalla grande mole di lavoro natalizia con punte che sfiorano le 6000 consegne giornaliere nei cinque giorni che precedono il Natale (contro le 3mila medie nel resto dell'anno), ma anche dal boom di acquisti online, come ci raccontano gli spedizionieri, proprio in questo 2017 hanno raggiunto punte mai viste. A questo si sommi anche un calo di organico e la difficoltà nel formare nuovi lavoratori per il periodo natalizio, concludono gli spedizionieri, e il risultato è questo.

20171223_095842_HDR-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento